L’idillio con Xavi è finito, Arteta pronto a tutto: Juve beffata

Il tecnico dei Gunners è disposto a fare folllie pur di ingaggiare il talento blaugrana, retrocesso nelle gerarchie di Xavi

La campagna acquisti del rinnovato Barcellona di Xavi Hernandez si commenta da sola. Nel corso dell’estate sono arrivati Christensen, Kessiè, Marcos Alonso, Bellerin, Koundé, Raphinha e soprattutto Robert Lewandowski. A fronte di qualche partenza eccellente – tra tutti Pierre-Emerick Aubameyang, comunque chiuso dal centravanti polacco – il presidente Laporta non ha badato a spese per rinforzare la rosa a disposizione del tecnico.

Xavi Hernandez concentrato
Xavi Hernandez © LaPresse

Per i giocatori riamsti in rosa, magari anche inamovibili sul finale della scorsa stagione, la concorrenza si è fatta spietata. I nuovi arrivati sono stati scelti da Xavi in persona: riguadagnarsi il posto da titolare non sarà semplice. È questo per esempio il caso di un attaccabte arrivato nello scorso gennaio per la considerevole cifra di 50 milioni e ad oggi protagonista di soli 98 minuti disputati in quattro gare di campionato. Le sirene inglesi sul talento costituscono un pericolo per la Juve, che già aveva da tempo messo gli occhi sull’ex Manchester City.

Ferran Torres, piomba Arteta: la Juve rischia la beffa

Ferran Torres in azione
Ferran Torres © LaPresse

Secondo quanto riferito dal portale spagnolo ‘Elgoldigital’, l’Arsenal avrebbe già iniziato a chiedere informazioni per Ferran Torres, il sacrificato di lusso del tecnico blaugrana. L’attaccante non è più una prima scelta dell’allenatore catalano, ‘innamorato’ del frenetico dinamismo di Raphinha e dell’implacabilità di Lewandowski in area di rigore. In più, rispetto allo scorso anno,c’è anche un certo Ansu Fati finalmente libero da guai fisici. Insomma, c’è poco spazio per il giocatore spagnolo. Che potrebbe chiedere la cessione.

Col calciatore già adocchiato dalla Juve nelle prime battute del mercato estivo, ora irrompe il club londinese. Arteta conosce molto bene Ferran Torres, approdato al City poco dopo l’incarico assunto all’Arsenal dall’allenatore spagnolo. Le trattative di mercato per portare l’ex Valencia a Manchester furono avviste quando Arteta era ancora il vice di Guardiola. Il non averlo mai allenato in prima persona è uno stimolo in più, per il tecnico dei Gunners, per acquistare il talento. Con buona pace della Juve che non potrebbe rispondere alle faraoniche cifre che i londinesi intendono mettere sul piatto.