La richiesta allontana Leao: così il Milan può solo cederlo

Maldini è pronto a parlare di rinnovi ma la pista per Leao appare difficile, pronti 120 milioni dal City di Guardiola in caso di rottura col Milan

Rafael Leao è stato uno dei protagonisti indiscussi della cavalcata scudetto nella passata stagione e resta il ragazzo dei sogni del Milan. Con le sue qualità e l’elevatissimo tasso di crescita ad accompagnarlo, l’esterno portoghese fa però gola a tanti altri club europei. Il suo atto di coraggio nel rifiutare le avances del Chelsea sono state ben viste dalla dirigenza rossonera che adesso vorrebbe blindarlo, ma l’operazione presenta già qualche difficoltà.

Rafael Leao ©LaPresse

Le richieste del calciatore sull’ingaggio sono lievitate di un altro milione rispetto a quanto proposto nel corso delle prime chiacchierate estive, passando quindi a 7 milioni di euro. A questo Jorge Mendes, suo procuratore, gradirebbe che il Milan versasse per intero la multa di 19 milioni di euro nelle casse dello Sporting Lisbona. Cosa per la quale, di tutta risposta, non ci sarebbe apertura: la dirigenza si fermerebbe soltanto a metà, scontando la parte restante nei successivi 5 anni di stipendio a lui destinati.

Calciomercato, Leao nei sogni del City: 120 milioni come rimpiazzo di Grealish

Rafael Leao ©LaPresse

Ad approfittare della situazione di stallo potrebbe essere il Manchester City, fresco di acquisto di Erling Haaland nella sessione estiva di mercato. Pronti 120 milioni di euro cash. L’idea è quella di sostituire l’altro esterno Jack Grealish, finora risultato un parziale flop. Per controbilanciare la spesa l’inglese dovrebbe prima andar via, facendo dunque spazio a Leao per comporre un attacco assolutamente letale con il bomber norvegese.