Lo offrono a zero: la Juventus non è convinta

Jason Denayer, difensore centrale belga ancora svincolato, potrebbe essere un nome spendibile per il calciomercato Juventus: le ultimissime notizie sui bianconeri di Allegri

E’ crisi profonda per la Juventus di Massimiliano Allegri, soprattutto in Champions League. I bianconeri, che nonostante un inizio a singhiozzo in Serie A non sono stati ancora battuti, in Europa hanno accumulato due sconfitte in due gare: la prima contro il PSG di Galtier griffato dalla doppietta di Kylian Mbappe, la seconda, più pesante, all’Allianz Stadium contro il Benfica di Schmidt, diretta concorrente per il secondo posto nel gironcino.

Juventus, offerto Denayer
Arrivabene e Nedved ©LaPresse

Uno start decisamente rivedibile quindi per la Juventus e per Massimiliano Allegri che, nell’ultima finestra estiva di calciomercato, ha rivoluzionato la batteria dei difensori centrali. Matthijs de Ligt, olandese, si è trasferito al Bayern Monaco per poco meno di 80 milioni di euro, mentre Chiellini non ha rinnovato il suo contratto ed ora difende i colori dell’LAFC in MLS.

Al loro posto sono arrivati: Federico Gatti, difensore centrale ex Frosinone già bloccato dai bianconeri nel calciomercato di gennaio dove hanno battuto la concorrenza di diverse squadre, fra le quali spuntano Torino ed Inter; il secondo, che proviene proprio dai granata, stiamo parlando di Gleison Bremer. Due arrivi che però, almeno ad ora, non sembrano bastare per fermare l’emergenza difensiva in casa Juventus e in quest’ottica alcuni intermediari potrebbero proporre alla dirigenza piemontese il profilo di Jason Denayer, difensore centrale belga ex Lione ancora senza una squadra.

Calciomercato, offerto Denayer: la risposta della Juventus

Denayer è sicuramente un giocatore di grande esperienza internazionale, ma il suo trovarsi ancora senza squadra con la stagione già pienamente iniziata desta qualche dubbio. In primis per la condizione fisica, vista la preparazione non svolta con una squadra, ma in solitaria. Attenzione però anche alle qualità tecniche del belga che non sembrano far impazzire la dirigenza bianconera che dovrebbe anche valutare il lato economico, sicuramente dispendioso in quanto a ingaggio e commissioni, legato alla possibile operazione.