Svolta Asensio, non può più andare al Milan

L’esterno spagnolo è uno dei grandi nomi in orbita Juventus e Milan ma la scelta deve ricadere solo su una di queste, secondo le direttive del suo fornitore tecnico

Da che mondo è mondo, negli ultimi anni il mondo sportivo è stato costellato di grandi campioni e grandi firme che ne hanno finanziato le gesta. Vengono sottoscritti i cosiddetti “contratti di sponsorizzazione”,  secondo i quali gli atleti prestano la propria immagine in cambio di veri e propri pacchetti economici a patto che indossino il materiale tecnico prodotto dalla stessa azienda con cui l’accordo è stato sottoscritto. A finalità di marketing. Se si menziona Nike non può che saltare alla mente il nome di Cristiano Ronaldo, così come Messi per Adidas e Neymar per Puma.

Marco Asensio ©LaPresse

Ma c’è un caso che sta facendo molto discutere in Spagna: quello di Marco Asensio. L’esterno di proprietà del Real Madrid, come noto, sarebbe in procinto di concludere la propria parentesi madrilena al termine di questa stagione, con Juventus e Milan primissime indiziate per accaparrarsi il suo cartellino. Al di là di quelle che potrebbero essere le difficoltà economiche legate al suo ingaggio, il colosso Adidas preferirebbe che la sua scelta ricadesse esclusivamente sul club a strisce bianconere. Il rapporto tra Adidas e Milan, infatti, è stato rotto qualche anno addietro con il passaggio a Puma dei rossoneri. Puro conflitto di interessi.

Retroscena Asensio-Adidas: il colosso tedesco preferisce Juve (perché la veste)

Marco Asensio ©LaPresse

Alla base di queste direttive ci sarebbero motivazioni di carattere meramente economico, oltre che d’immagine: sul calciatore erano stati investiti diversi milioni, persi per strada al calare delle sue prestazioni con la maglia del Real Madrid. Ed ora quell’investimento dev’essere almeno parzialmente recuperato. Il suo gol in Champions League è stata una festa anche per i Social Media Manager del brand tedesco, ma ai piani alti aspettano ben più di questo.