Allegri nell’occhio del ciclone: lo spogliatoio insorge

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, si trova in un momento difficile anche per quanto riguarda lo spogliatoio: cosa sta succedendo

Non era mai successo in tutta la sua lunga e gloriosa storia. Per la prima volta, la Juventus ha perso le prime due partite del girone di Champions League, compromettendo già il cammino nella massima competizione europea. Ma ciò che preoccupa maggiormente sono le prestazioni messe in mostra sul campo dalla squadra da diverso tempo a questa parte. I bianconeri presentano troppe difficoltà a segnare ed è lampante la mancanza di idee e soluzioni creative.

Juventus Allegri
Allegri © LaPresse

Il gruppo solitamente si abbassa in maniera eccessiva, per poi spesso non riuscire a venire fuori dalla morsa dell’avversario tramite qualità nel palleggio e velocità di pensiero. Di questo ne risente tanto Dusan Vlahovic, lasciato solo più e più volte a combattere con i rivali. I numeri, infatti, attestano pienamente la condizione attuale del bomber serbo, meno incisivo rispetto a quando indossava la maglia della Fiorentina.

C’è chi vorrebbe l’esonero immediato di mister Massimiliano Allegri: non a caso, l’hashtag AllegriOut è finito addirittura settimo nella classifica mondiale delle tendenze su twitter, dopo l’amaro ko subito per mano del Benfica. La società, dal canto suo, si aspetta un netto miglioramento a partire dalla sfida odierna a Monza, anche se l’intervista rilasciata nelle scorse ore dal tecnico livornese ha aumentato non poco la tensione internamente.

Juventus, Allegri in bilico: “Diffidenza nello spogliatoio”

Juventus Allegri
Allegri © LaPresse

Pure lo spogliatoio non vede di buon occhio la gestione dell’allenatore toscano. A tal proposito, il giornalista Luca Momblano ha rivelato a ‘Juventibus’: “Allegri ha incontrato la squadra, la società non era presente. Il primo a prendere la parola è stato Bremer, che ha manifestato in qualche modo il fatto che lui e qualche altro nuovo elemento non abbiano esattamente capito quali siano le richieste del tecnico. All’interno dello spogliatoio c’è un largo e diffuso clima di diffidenza in questo momento nei confronti delle richieste della parte calcistica proposta da Allegri“. Insomma, il periodo è di quelli estremamente delicati e, alla lunga, potrebbe convincere il club di Exor ad optare per un drastico cambio della guardia in panchina.