50 milioni a gennaio: l’Inter blocca l’erede

Il calciomercato non dorme mai e l’Inter valuta già un cambio sostanzioso: pronta l’offerta da 50 milioni di euro

Mancano cinque giorni a Inter-Roma. Ripartire, tornare a vincere e convincere dopo il ko contro l’Udinese per non perdere il treno che correrà in primavera verso lo scudetto 2022/23. I piani di Simone Inzaghi sono chiari, serve una svolta anche dal calciomercato che nelle prime settimane del 2023 potrebbe già regalare novità importanti alla rosa del tecnico piacentino.

Singo Dumfries
Simone Inzaghi © LaPresse

E tra le possibili novità del primo mese dell’anno potrebbe esservi un cambio importante sulla corsia di destra, con il nome di Denzel Dumfries che torna di moda per un possibile addio nel 2023.

50 milioni per Dumfries: erede low cost in Serie A

Dumfries Singo
Denzel Dumfries © LaPresse

Il terzino olandese è un pilastro inamovibile dello scacchiere tattico della ‘Beneamata’ ma già durante l’estate è stato molto vicino a lasciare i colori nerazzurri per approdare in Premier League. Adesso il Chelsea pare pronto a ritornare alla carica, con una proposta che soddisferebbe anche le richieste dell’Inter per quanto riguarda il cartellino dell’ex PSV. 50 milioni di euro sul piatto, già a gennaio, per strappare Dumfries ai nerazzurri e portarlo subito a Londra. E l’Inter? Nelle idee del club meneghino l’erede avrebbe un identikit ben definito, già sondato negli ultimi mesi e che potrebbe firmare con la società di Steven Zhang a costi contenuti il prossimo giugno.

Si tratta di Stephane Singo, 21enne ivoriano che con la maglia del Torino ha stupito un pò tutti, sfoderando prestazioni di altissimo livello. Classe 2000, il terzino ha il contratto in scadenza nel 2023 ma che, con un’opzione, sarà prorogato fino al 2024. Ecco perchè Marotta, con una proposta di 10 milioni di euro, potrebbe spuntarla per il giovane laterale granata.

Dumfries Singo
Stephane Singo © LaPresse

Sono 6 le presenze di Singo fino a questo momento della stagione, tra Serie A e Coppa Italia, con la maglia del Torino: 1 assist vincente all’attivo e 414′ in campo agli ordini di Juric.