Destino segnato per Dybala: Inter e Milan, è derby da Champions

L’eventuale mancata qualificazione della Roma alla prossima Champions League può cambiare il destino di Dybala: Inter e Milan sullo sfondo

Paulo Dybala è tornato ad essere la ‘Joya’. Ebbene sì, perché quando questo calciatore non ha problemi dal punto di vista della tenuta fisica o del morale è veramente un grande piacere per gli occhi vederlo all’opera all’interno del rettangolo verde. Lo sa bene José Mourinho, che si gode il suo gioiello e spera di poter raggiungere traguardi importanti insieme a lui.

Destino segnato per Dybala: Inter e Milan, è derby da Champions
Dybala © LaPresse

Lo Special One è tremendamente ambizioso: “La mia voglia di vincere non andrà mai via”, ha dichiarato nelle scorse ore in un’intervista. Il mister portoghese è un vincente nato e anche il fantasista argentino conosce il significato di alzare trofei non da poco. Ma il successo di un club passa, inevitabilmente, dalla qualificazione alla Champions League. La competizione europea più prestigiosa in assoluto, dove giocano tutti i campioni. No, non se ne può fare a meno. Per questo l’obiettivo primario della ‘Magica’, al di là dei sogni, deve essere necessariamente il quarto posto. Anche perché, se i giallorossi non dovessero riuscire a centrarlo, non è affatto da escludere che possa cambiare il futuro dello stesso Dybala.

Calciomercato Roma, Dybala può andare via senza Champions: Inter e Milan sullo sfondo

Destino segnato per Dybala: Inter e Milan, è derby da Champions
Dybala © LaPresse

In tal senso, giungono voci dalla Spagna per quanto concerne il destino dell’ex Juventus. L’eventuale mancata partecipazione alla Champions, dunque, potrebbe convincere il classe ’93 ad intraprendere dopo appena un anno una nuova avventura. Sappiamo che il suo desiderio è sempre stato quello di rimanere in Serie A, perciò potrebbe decidere di bussare alla porta di Inter e Milan, che continuano ovviamente ad apprezzare parecchio il suo profilo.

La Roma, dal canto suo, è forte del contratto in scadenza giugno 2025 e non accetterebbe di privarsi della propria punta di diamante per meno di 50 milioni di euro. Esiste comunque nell’accordo una clausola rescissoria intorno ai 20 milioni, che la società giallorossa però può bloccare tramite un prolungamento/aumento di stipendio. Scenario altamento suggestivo, ma chiaramente da prendere con le pinze.