Ronaldo già a gennaio: chiamata a CR7 e svolta inaspettata

Cristiano Ronaldo continua a far parlare di sé anche in ambito di calciomercato: chiamata al campione portoghese, lo vogliono già a gennaio

Cristiano Ronaldo in panchina. Già solo leggere questa frase fa un effetto non indifferente. Il campione portoghese ha segnato per sempre la storia del calcio, dominando per anni la scena insieme all’altra leggenda vivente Lionel Messi. Ma, da questa stagione, le cose sono cambiate radicalmente. La superstar originaria di Madeira non è più titolare, anzi. Erik ten Hag non l’ha utilizzata neanche nel derby tra Manchester United e City, stravinto dai ‘Citizens’ targati Guardiola.

Ronaldo già a gennaio: Beckham chiama CR7, svolta inaspettata
Ronaldo © LaPresse

Segno di come CR7 sia ormai diventato una riserva fissa. E questa situazione, ovviamente, infastidisce parecchio l’attaccante, che invece desidererebbe ancora essere tra i protagonisti in una grande squadra. Inoltre, come noto, un altro dettaglio che pesa nella vicenda in questione è la mancata partecipazione alla Champions League dei ‘Red Devils’, ossia il motivo principale che ha spinto Ronaldo a cercare – invano – una nuova sistemazione durante la scorsa estate. Il contratto del classe ’85 scadrà il 30 giugno 2023 e l’addio, chiaramente, è soltanto rimandato, ma potrebbe avvenire già nel mese di gennaio.

Calciomercato, Beckham chiama Ronaldo per gennaio

Ronaldo già a gennaio: Beckham chiama CR7, svolta inaspettata
Ronaldo © LaPresse

Stando a quanto riferisce l’esperto di calciomercato Pedro Almeida, l’ex Juventus e Real Madrid avrebbe parlato direttamente con David Beckham, ex stella dello United – tra le altre – e proprietario oggi dell’Inter Miami (club che milita in MLS). L’ex centrocampista inglese starebbe provando a convincere CR7 a trasferirsi il prossimo inverno in America, anche se non è affatto semplice. A Ronaldo, infatti, non dispiacerebbe di certo cambiare aria tra qualche mese, ma preferirebbe approdare in una squadra che gioca in Champions. Beckham, però, ci prova comunque.