La carriera è già finita: UFFICIALE il ritiro a 24 anni

Un giocatore che milita in un club di Premier League ha deciso di lasciare prematuramente il calcio, a soli 24 anni: è ufficiale

Essere un calciatore non è sempre tutto rosa e fiori. Anzi, spesso si è soggetti a infortuni, talvolta anche gravi, che condizionano il prosieguo della carriera di un professionista. E, in alcuni casi, subentrano delle problematiche ancora più serie, che possono spingere a prendere delle decisioni drastiche sul proprio futuro.

La carriera di Mwepu è già finita: UFFICIALE il ritiro a 24 anni
Pallone Premier League © LaPresse

È il caso di Enock Mwepu, il quale ha deciso di chiudere la carriera a soli 24 anni. L’ormai ex centrocampista del Brighton targato Roberto De Zerbi si è visto costretto ad appendere gli scarpini al chiodo, dopo aver riscontrato un alto rischio di malattie cardiache per motivi ereditari se avesse continuano a giocare. Un peccato, considerando anche che Mwepu ad inizio stagione aveva messo a referto un gol in sei partite giocate, dimostrando di poter essere utile alla causa.

Brighton, UFFICIALE: Mwepu lascia il calcio

La carriera di Mwepu è già finita: UFFICIALE il ritiro a 24 anni
Mwepu © LaPresse

Il Brighton ha comunicato il ritiro dello zambiano tramite una nota ufficiale: “Enock Mwepu è stato costretto a porre fine alla sua carriera di giocatore professionista, dopo la diagnosi di una condizione cardiaca ereditaria. La condizione, che può peggiorare nel tempo, comporterebbe un rischio estremamente elevato di subire in futuro un intervento cardiaco potenzialmente fatale, se dovesse continuare a giocare a calcio a un livello competitivo“.

Mister Roberto De Zerbi ha espresso tutta la sua tristezza per questa situazione: “Mi dispiace molto. Prima di arrivare ho osservato l’intera squadra e apprezzavo molto Mwepu, non vedevo l’ora di lavorare insieme a lui. Faremo tutto il possibile per aiutarlo“.