Nuovo colpo Milan e retroscena pazzesco: l’annuncio in diretta

Proprio nel giorno delle visite mediche del nuovo acquisto rossonero, spunta un retroscena di mercato emerso nella diretta su TVPlay

Quello che sarebbe dovuto essere un infortunio non troppo grave – che al massimo avrebbe dovuto far saltare al portiere, come poi è stato, il Mondiale – si sta rivelando un vero e proprio incubo per il Milan. Le condizioni di Mike Maignan, che probabilmente non rientrerà nemmeno a metà febbraio – destano più di una preoccupazione a Milanello. La società rossonera ha rotto gli indugi acquistando, nelle ultime ore, un nuovo estremo difensore.

Alessio Cragno Calciomercato
Alessio Cragno © LaPresse

Si tratta di Devis Vasquez, portiere colombiano classe 1998, prelevato dal Guaranì per circa 400mila euro. Sconosciuto ai più, per lo meno al grande pubblico, il sudamericano l’ha spuntata su altri profili italiani che la dirigenza stava valutando. Oltre a Marco Sportiello dell’Atalanta, uno dei candidati alla porta meneghina sembrava Alessio Cragno, che al Monza non trova spazio perchè chiuso da Di Gregorio. Intervenuto ai microfoni di TVPlay, il canale Twitch di Calciomercato.it, l’agente dell’ex Cagliari, Graziano Battistini, ha svelato degli interessanti retroscena di mercato.

Battistini a TVPlay: “Abbiamo parlato con Massara”

Non conosco Vasquez e non posso dare giudizi, ma se lo hanno preso evidentemente gli hanno dato una valutazione importante, perché giocare nel Milan è una cosa seria e importante. Credo lo seguissero da tempo, non credo lo abbiano seguito a video giusto tanto per prendere qualcuno. Mi incuriosisce sotto diversi aspetti. Mi dispiace solo un po’ che non ci siano portieri italiani per Inter, Juventus e Milan, perché credo che portieri italiani forti ce ne siano“, ha esordito.

Mike Maignan concentrato
Mike Maignan © LaPresse

Nonostante Cragno stia vivendo una situazione totalmente imprevista, visto che aveva sposato il progetto Monza con altre prospettive, non molla di una virgola e lavora per prendersi il suo posto. Gli avrebbe fatto più piacere andare in panchina sbagliando sul campo che non giocare proprio. Adesso sta vivendo questa situazione, con una testa da campione, perché sotto l’aspetto mentale è un campione. Si spera al più presto si risolva la situazione: il mercato è sempre imprevedibile. Abbiamo fatto qualche chiacchierata con Massara, quindi è un giocatore che loro stavano probabilmente valutando. Poi dopo hanno fatto altre scelte, chiaramente legittime, quindi dobbiamo guardare a cosa succede da altre parti. In questo momento Alessio è un po’ bloccato dall’obbligo di riscatto che rende un po’ difficoltosa la sua eventuale uscita da Monza“, ha concluso.