Allegri e non solo, attacco totale: “Penosi”

Il giorno dopo Napoli-Juventus inizia a prendere forma, con i bianconeri e soprattutto Allegri al centro di una durissima critica

Una serata storta, da dimenticare, che frena la straordinaria rimonta costruita da qualche mese a questa parte. Non è un momento semplice per la Juventus, reduce dal 5-1 incassato al ‘Diego Maradona’ contro il Napoli capolista.

Allegri nuovamente al centro delle polemiche
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Una prestazione insufficiente che ha esaltato, invece, la squadra di Spalletti ed il gioco corale degli azzurri, lanciatissimi adesso verso il tricolore. I bianconeri saranno nelle prossime settimane chiamati ad appuntamenti cruciali per il prosieguo stagionale. Dalla prossima sfida contro il Monza in Coppa Italia, valida per l’accesso ai quarti di finale, fino al big match di scena tra otto giorni contro l’Atalanta di Gasperini. Intanto, però, la ‘Vecchia Signora’, in attesa di sapere come finirà Lecce-Milan per la corsa al secondo posto, deve fare i conti con una serie di critiche piombate al termine del big match chiuso col pesantissimo ko. In particolar modo, è Massimiliano Allegri al centro di un durissimo attacco da parte di Paolo Ziliani. Il noto giornalista, su Twitter, non le ha mandate a dire criticando aspramente tanto la squadra bianconera quanto l’allenatore toscano.

Allegri come la Juve: “Sta colando a picco”

Il Napoli intontisce di gioco e di gol una penosa Juventus: la stessa penosa squadra delle 8 vittorie consecutive osannate dai media come le 8 meraviglie del mondo”.

Allegri nuovamente al centro delle polemiche
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Parole molto dure, dunque, per l’ambiente bianconero e per Allegri. L’aspra critica di Ziliani si conclude così: “Invece, la milionaria corazzata di Max Allegri è come la società, sta colando a picco. Il riferimento ai fatti riguardanti le plusvalenze fittizie e l’Inchiesta Prisma è chiaro. Una situazione da affrontare prima lontano dal rettangolo verde: ma adesso la Juventus deve fare i conti anche con una sconfitta che può complicare i piani di rimonta di Allegri.