Terremoto in Serie A, arriva l’esonero: ora è UFFICIALE

È giunto da pochissimo il verdetto definitivo, salta un’altra panchina in Serie A: il nuovo ko costa caro, c’è l’annuncio ufficiale del club

L’ottovolante Atalanta ha letteralmente annientato la Salernitana al Gewiss Stadium. Un ko pesantissimo per i granata, che costa caro a mister Davide Nicola. Il patron Danilo Iervolino, infatti, ha optato stavolta per una decisione drastica, scegliendo definitivamente di esonerare il tecnico che ha contribuito fortemente alla miracolosa salvezza ottenuta nella passata stagione.

La Salernitana esonera Nicola: ora è UFFICIALE
Pallone Serie A © LaPresse

Da pochi minuti è giunto il comunicato ufficiale del club campano, che ha sciolto ogni riserva: “L’U.S. Salernitaa 1919 comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della Prima Squadra il Sig. Davide Nicola“. Si legge, poi, nell’annuncio: “La Società ringrazia il tecnico per la passione e la dedizione al lavoro dimostrata, per l’impegno profuso nel raggiungere lo storico traguardo della salvezza in Serie A e gli augura le migliori fortune professionali per il prosieguo della sua carriera“.

Salernitana, UFFICIALE: Nicola esonerato

Un triste epilogo, derivato dai numerosi risultati deludenti accumulati da Dia e compagni. La Salernitana aveva chiuso il 2022 perdendo nettamente contro il Monza, col match che si era concluso sul roboante pareggio di 3 a 0 in favore dell’armata brianzola.

La Salernitana esonera Nicola: ora è UFFICIALE
Nicola © LaPresse

E nel nuovo anno la situazione non è affatto migliorata, anzi. Quella di ieri è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: troppo pesante uscire sconfitti così, sebbene il valore assoluto dell’Atalanta sia di gran lunga superiore. Ad ogni modo, la classifica non è così negativa tutto sommato. I granata occupano la sedicesima posizione con un bottino di 18 punti e la zona retrocessione dista nove lunghezze. Ora c’è grande curiosità di capire chi sarà il successore di Nicola. In tal senso si fanno già diversi nomi, vedi Mazzarri, Semplici, D’Aversa e Di Francesco. A breve sapremo.