Zaniolo se ne va in Premier: “Perfetto per il calcio inglese”

Il futuro di Giuntoli, quello di Zaniolo e la situazione Lukaku. Di questo e tanto altro ha parlato Gian Luca Nani a Calciomercato.it su TV Play

Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it su TV Play, l’esperto dirigente sportivo Gian Luca Nani ha fatto il punto su diversi temi di grande attualità nel mondo del calcio italiano.

Cristiano Giuntoli © LaPresse

In primo luogo, Gian Luca Nani ha commentato le voci di un possibile approdo di Cristiano Giuntoli, attuale ds del Napoli, al West Ham: “È un ottimo direttore, al momento il migliore. Qui in Inghilterra la figura del direttore sportivo è un po’ diversa rispetto a come viene percepita negli altri paesi europei. Ad ogni modo, non mi sorprenderei visto quel che sta facendo a Napoli”.

E e a proposito di Inghilterra “da anni la Premier League ha un potere economico 10 volte più forte del nostro campionato. I club inglesi hanno strutture migliori e non si vince sempre con i soldi. Certo, avere soldi da maggiori possibilità. Il campionato italiano da tempo non è il più ambito”.

Giuntoli e non solo: parla Gian Luca Nani

Nel corso dell’intervento, Nani ha parlato anche di Nicolò Zaniolo: “Per me è fortissimo, molto più forte di ciò che pensa e che ha fatto vedere fino ad ora”. Ad ogni modo, il fantasista della Roma “non sta facendo bene, deve aggiustare qualche cosa anche a livello caratteriale ed ha tutte le caratteristiche per giocare in Premier League, come lo strappo. Colpe di Mourinho? Non mi permetto di dire questo, dico solo che Zaniolo può fare di più, poi dipende da tante cose”.

Romelu Lukaku © LaPresse

Infine, sulla situazione di Romelu Lukaku: “Il vero lavoro del direttore inizia quando hai iniziato il contratto” ha spiegato l’esperto dirigente, sostenendo che bisogna “mettere il calciatore nelle condizioni di rendere al massimo”. Viene posto un interrogativo: “Perché Lukaku va al Chelsea e viene trattato come l’ultimo degli esordienti. Possono essere successe tante cose e chi sa meglio è chi gli sta intorno”.