“Ronaldo fa causa”: per la Juventus nuovi guai

In casa Juventus continua a tenere banco la spinosa questione relativa alla nota ‘Carta Ronaldo’: CR7 ha preso una decisione, c’è l’annuncio

Giornata importante e non poco significativa per la Juventus. Oggi, infatti, si saprà se il club di Exor dovrà affrontare o meno il processo bis sul tema plusvalenze, nell’ambito dell’udienza in Corte d’Appello Federale. Il caso è stato riaperto recentemente per volontà del procuratore della FIGC Giuseppe Chiné, dopo la precedente archiviazione.

Ronaldo fa causa alla Juventus
Ronaldo e Agnelli – Calciomercatonews.com

Questo a seguito dell’acquisizione di nuovi documenti provenienti dalla più che nota inchiesta Prisma, portata avanti da diverso tempo dalla Procura della Repubblica di Torino. Ma c’è anche un’altra questione abbastanza spinosa che continua a tenere banco nel mondo bianconero. Il riferimento, in tal senso, è alla ‘Carta Ronaldo‘, l’atto pubblicato nelle scorse ore dal ‘Corriere della Sera’. Nel documento in questione si parla dei famosi 19,6 milioni di euro che la Juventus avrebbe trattato con Cristiano Ronaldo, al fine di generare una presunta rinuncia fittizia ad un determinato numero di mensilità. La società torinese, a norma di regolamento, avrebbe invece dovuto depositare in Lega Serie A tale carta, cosa che non è mai avvenuta. E ciò, ovviamente, potrebbe dare vita a qualche grattacapo alla Juventus. La ‘Carta Ronaldo’, inoltre, porta soltanto la firma di Fabio Paratici, all’epoca dirigente della ‘Vecchia Signora’.

Juventus, Ronaldo vuole faura causa alla società

Dunque, non c’è quella di CR7, il che potrebbe dare vita ad un nuovo scenario abbastanza rilevante. Il fenomeno lusitano appena approdato all’Al-Nassr, stando a quanto riferisce il noto quotidiano ‘Repubblica’, sarebbe pronto a fare causa alla Juventus a breve.

Ronaldo fa causa alla Juventus
Cristiano Ronaldo – Calciomercatonews.com

Lo scopo è, appunto, recuperare quei 19,6 milioni di euro mai ricevuti dal club bianconero. Forse una sorta di ripicca, dato che le parti in gioco non si lasciate benissimo nell’agosto del 2021 (per usare un eufemismo). Insomma, per i torinesi è davvero un momento alquanto delicato e non è da escludere che vengano fuori altre sorprese più avanti.