Foto – Milan, la TOP 11 degli affari saltati: un 4-2-3-1 da Champions!

jackson matinez

Jackson MartinezMilan: ci siamo’. ‘Galliani vola a Montecarlo: c’è l’accordo con Kondogbia‘. Il colombiano e il francese dovevano essere i due colpacci del nuovo corso rossonero targato Mr.Bee, i primi due mattoni su cui costruire una squadra in grado di essere competitiva in Italia e in Europa. Il piano del Milan si è però dissolto come neve al sole. La causa principe del doppio fallimento è sostanzialmente una: quell’esposizione mediatica che ha illuso migliaia di tifosi milanisti che sono passati dal sognare una coppia offensiva formata Jackson+Ibra a sogni in frantumi.
In questi tempi, poi, non c’è più nemmeno la scusa del ‘non ci sono soldi‘ perché la dirigenza meneghina, in tempi non sospetti, sbandierava ai quattro venti di avere un budget mercato di 100-150 milioni di euro. Anzi Silvio Berlusconi, per dirla con le parole del Presidente, annunciava non molte settimane di ‘spendere quanto necessario per rinforzare la rosa’. E allora come si spiegano i rifiuti di Jackson Martinez e Kondobia? Esclusa la mancanza di liquidità non resta che la cattiva gestione delle due trattative. Ed ecco che qualcuno dovrà assumersi le proprie responsabilità perché indipendentemente dall’aver perso giocatori dati per acquistati, il brand Milan ha subito uno smacco notevole, un declassamento che non farà bene a livello d’immagine.

I PRECEDENTI – Il problema, anche piuttosto serio, è che nel recente passato rossonero ci sono state altre situazioni simili a quelle appena descritte. Giocatori già acquistati poi misteriosamente finiti in altre squadre; giocatori vicini, corteggiati poi rubati dalla concorrenza. E così, nome su nome, la top 11 degli affari saltati del Milan si aggiorna mese dopo mese facendo ribollire il fegato al popolo rossonero. Mettendo insieme tutti i singoli elementi sfumati in epoche recenti si arriva a comporre una formazione di tutto rispetto…

affari saltati milan

LA SQUADRA… SFUMATA – Jackson Martinez e Kondogbia sono le new entry di una formazione che potrebbe dire la sua sia in Serie A che in campo internazionale. Al suo interno troviamo vittime di illustri trattative saltate. In difesa, sugli esterni, vale la pena spendere due parole per Dani Alves e Siqueira: entrambi avevano flirtato con il Milan salvo poi lasciare a bocca asciutta il Diavolo preferendo la Liga. Eppure le parti sembravano così vicine, esattamente come per Astori, prima di passare alla Roma, e Kucka, ogni anno accostato al club meneghino ma sempre più veterano del Grifone. In questo marasma troviamo anche chi si era già fatto fotografare con la sciarpa rossonera intorno al collo (Biabiany) e chi a pranzo con Galliani (Tevez); chi è stato contattato ‘con insistenza‘ (Miranda) e chi avrebbe dovuto rappresentare il modello giovani (Perin). L’allenatore di una top 11 così invidiabile? Carlo Ancelotti.

Dopo aver passato in rassegna le recenti delusioni di calciomercato, i tifosi rossoneri si aspettano ora un segnale di riscossa da parte della dirigenza: i presupposti ma soprattutto i soldi sembrano esserci. Quindi via con la nuova lista della spesa sperando di comprare tutti gli ingredienti desiderati senza lasciarne nessuno per strada.

Segui @Fede0fede – www.calciomercatonews.com