Le pagelle al Mercato – Milan: Romagnoli è il futuro, Balotelli un rischio

 

romagnoli

Il calciomercato estivo ha visto il Milan investire ingenti somme di denaro come non capitava da anni. Dopo troppe campagne acquisti incentrate su prestiti, parametri zero o ex campioni in declino lanciati in pasto alla tifoseria, Berlusconi, forse stimolato dalla trattativa con Mr.Bee, ha messo mano al portafoglio mettendo a disposizione di Galliani un budget di tutto rispetto.

ACQUISTI – Per Bacca, Bertolacci, Romagnoli e Luiz Adriano il Milan ha speso oltre 80 milioni di euro ma per puntare ai piani alti della Serie A potrebbe non bastare. La sconfitta contro la Fiorentina ha mostrato un centrocampo privo di fantasia e gli innesti di Kucka e José Mauri aggiungono polmoni ma non qualità: quella che servirebbe a Mihajlovic. Inoltre, se l’attacco stuzzica la fantasia e promette faville – complice anche il ritorno di Balotelli – restano dei dubbi su chi possa rifornire le punte. In difesa, accanto al valido Romagnoli, manca un altro centrale dal rendimento assicurato. Da valutare attentamente i ritorni dai prestiti di Niang, Ely e Nocerino: soltanto riserve o preziosi jolly?

CESSIONI – L’addio più importante risponde al nome di El Shaarawy. Perennemente infortunato, il Milan ha deciso di vendere il Faraone e, visto il cambio di modulo e la concorrenza in attacco, la separazione conviene ad entrambi. Corretto disfarsi degli over 30 (Bonera, Muntari, Essien) e di chi ha dimostrato di non essere all’altezza dei colori rossoneri (Bocchetti, Albertazzi Zaccardo). Senza rimpianti o quasi gli addii di Matri e quello dell’oggetto misterioso MastourPazzini, per la rabbia e l’attaccamento alla maglia, e Paletta, uno dei migliori del pacchetto arretrato, avrebbero potuto invece far comodo alla causa. Incomprensibile, infine, la scelta prima di cedere poi di trattenere Mexes.

VOTO FINALE 6,5 – Valutazione più che positiva per il calciomercato del Milan. Restano alcune perplessità da metabolizzare tra cui i 20 milioni spesi per Bertolacci, forse troppi, e il ritorno di Balotelli, lontano da essere il SuperMario di una volta. Squadra completa a metà: la sensazione è che per tornare a vincere bisognerà attendere.

Segui @Fede0fede – www.calciomercatonews.com