Calciomercato Juventus, tra nervosismo e l’incontro con Agnelli: Allegri criptico

Massimiliano Allegri (Getty Images)

È uno dei momenti più complicati negli ultimi anni di Juventus, tra il ritorno con l’Atletico Madrid e il futuro incerto di Massimiliano Allegri. In questi giorni si parla molto del suo possibile addio a fine stagione e lo stesso tecnico toscano ne ha parlato

Massimiliano Allegri continua a essere al centro dei discorsi di calciomercato della Juventus. Dopo il brutto ko con l’Atletico il suo futuro in bianconero è sembrato sempre più in bilico e le voci su un suo addio a fine stagione si sono moltiplicate. Nella vigilia della sfida con l’Udinese, a cinque giorni dal ritorno di Champions, il tecnico toscano ha svelato l’incontro con il presidente Andrea Agnelli, non risparmiando qualche battuta: “Ci siamo visti ieri sera, tutti contenti? Per tutte le cose che sono state scritte, dalle mie dimissioni ai litigi col presidente, direi che eravamo su ‘Scherzi a Parte’. Altrimenti o io e il presidente ci facciamo curare da dottori seri o qualcosa non torna”.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Calciomercato Juventus, Allegri: “Le voci mi scivolano addosso”

Il tono di Allegri, però, non appare di quelli goliardici: più che altro il suo obiettivo è stato ancora una volta sottolineare il suo lavoro e quello dei calciatori con qualche frecciata alla stampa. “Se parlate di dimissioni e litigi per una squadra che ha 16 punti di vantaggio in campionato, è agli ottavi di Champions e ha vinto una Supercoppa le cinture di forza non bastano”, il commento piccato dell’allenatore juventino. In definitiva Allegri ha fatto trasparire un po’ di nervosismo, rimandando ogni discorso di qualche mese: “Abbiamo deciso che del rinnovo parleremo a fine stagione”. Il tecnico bianconero ribadisce la bontà della stagione: “Le nostre vittorie vanno celebrate, perché tutte frutto di lavoro e sacrificio”. Su tutti i profili che vengono accostati alla panchina della Juventus, da Zidane a Conte: “Le voci mi scivolano addosso. Io con la società sono in sintonia. Poi fa parte del gioco, anzi in questi momenti qui mi diverto ancora di più. Le critiche fanno parte del gioco”. Il momento è delicato, ma il destino di Allegri sembra ormai lontano dall’Allianz Stadium.