Home Mercato Milan, Andersen torna in pole per la difesa. Da Lovren a Mancini:...

Milan, Andersen torna in pole per la difesa. Da Lovren a Mancini: le alternative

CONDIVIDI

Perso Kabak, il Milan dovrà necessariamente acquistare un nuovo difensore centrale. Andersen torna in pole position, ma ci sono diverse alternative.

Andersen Milan calciomercato
Joachim Andersen (Getty Images)

Con Ozan Kabak destinato a restare in Germania, più precisamente allo Schalke 04, il Milan dovrà ora trovare un nuovo difensore centrale da aggiungere alla propria rosa. Al momento infatti gli unici su cui può contare Giampaolo sono Musacchio e Romagnoli, con Caldara che salterà tutta la preparazione a causa di un infortunio. Per questo in casa rossonera torna di moda Joachim Andersen, difensore danese in forza alla Sampdoria.

Milan, Andersen ma non solo per la difesa

Il centrale blucerchiato è apprezzatissimo dal nuovo tecnico rossonero Giampaolo, che ha avuto modo di valorizzarlo al meglio sotto la sua gestione. Il Milan lo osserva da tempo e ora potrebbe tornare alla carica. Ma Andersen piace anche in Inghilterra e la Sampdoria spera di monetizzare il più possibile dalla sua cessione. Per questo oltre a lui, in casa Samp si segue anche Colley, meno costoso rispetto al partner difensivo.

Per tutte le ultime notizie di mercato CLICCA QUI

In Italia, inoltre, piace Mancini dell’Atalanta, da tempo nel mirino della Roma, che ora cerca un nuovo difensore centrale vista la cessione di Manolas al Napoli. Per lui i bergamaschi chiedono almeno 20 milioni di euro. La stessa cifra che il Liverpool vorrebbe per Dejan Lovren, un profilo sicuramente più esperto valutato dai rossoneri. Il croato, sponsorizzato da Boban, è in uscita dai ‘Reds’, ma più che dal costo del cartellino, il vero nodo è rappresentato dall’ingaggio. Con Donnarumma in direzione Paris Saint-Germain, Maldini potrebbe chiedere di inserire come parziale contropartita Thiago Silva, anche se è un’ipotesi davvero difficile. Attenzione poi ai nomi a sorpresa. Uno potrebbe essere Jerry St. Juste del Feyenoord, profilo giovane, dalla valutazione non elevata, che il Milan ha seguito negli scorsi mesi e che sarebbe potuto finire anche alla Sampdoria.

A.G.