Serie A, parla De Biasi: “Icardi per Dybala? Non lo farei. Sullo scudetto…”

Gianni De Biasi, allenatore ex, tra le altre, di Brescia e Udinese, ha rilasciato alcune dichiarazioni a proposito del nuovo campionato appena iniziato

De Biasi
Gianni De Biasi (Getty Images)

La Serie A è ripartita con una prima giornata che si è rivelata fin da subito entusiasmante, proprio come le premesse del calciomercato estivo avevano fatto presagire. A commentare i primi match del campionato e i temi più caldi dei club del torneo è stato Gianni De Biasi, intervistato in esclusiva ai microfoni di calciomercatoweb.it. Il tecnico ha dichiarato, a proposito della gara dell’Inter contro il Lecce: “La prima giornata spesso è molto complicata, invece ho visto una squadra che si aiutava molto. Prestazione più che positiva”. Poi sullo scudetto: “La Juventus sicuramente si è rafforzata ulteriormente e manca poco alla chiusura del mercato, ma credo che quest’anno ci sia più equilibrio. Mi fa piacere che Ancelotti abbia lanciato questo messaggio anche perché responsabilizza il suo gruppo, composto da ottimi giocatori. L’Inter ha operato bene sul mercato, Conte è un valore aggiunto e ha saputo gestire al meglio alcune situazioni”.

LEGGI ANCHE —> Juventus, Higuain verso la conferma: il Pipita partner ideale per Ronaldo

Tema caldo di calciomercato che ha accompagnato tutta l’estate degli appassionati dello sport è il possibile scambio Icardi-Dybala. “Non lo farei. E’ vero che l’ultima stagione di Dybala non è stata positiva, ma è un giocatore di qualità e ha l’occasione di riscattarsi. Non dimentichiamo che in attacco, Ronaldo a parte, la Juventus ha anche Higuain e Mandzukic”, ha fatto sapere De Biasi.

Per la lotta alla quarta posizione invece ha detto: “Vedo molto bene la Lazio, l’Atalanta, bisogna vedere come evolverà la Roma, la Fiorentina è ancora un cantiere. Il Milan è un altro rebus”.

Serie A, De Biasi: “Mio futuro fuori dall’Europa”

A proposito del Brescia, club che ha allenato in passato, ha dichiarato: “Squadra molto ordinata, gioca. Mi ha fatto una bella impressione. Poi quando rientrerà Balotelli avrà sicuramente un apporto in più”. Su Baggio: “Roberto è stato sicuramente un giocatore straordinario, la molla che mi fece scegliere la panchina del Brescia quando lasciai Modena”. Sul Torino, altra squadra allenata in passato da De Biasi: “Difficile fare il salto di qualità per una società che ha un bilancio meno importante rispetto a quelle che ha davanti in classifica. Credo che il Toro possa continuare a lottare per l’Europa League”.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

A proposito del suo futuro, infine, il tecnico ha rivelato: “Qualcosa bolle in pentola, vediamo se si concretizza. Sono in ballo tra una squadra di club e una Nazionale, entrambe fuori dall’Europa”.

M.D.A.