Home Mercato Inter Inter, due giocatori in lotta per un posto in attacco

Inter, due giocatori in lotta per un posto in attacco

CONDIVIDI

In casa Inter si profila un duello in avanti. E’ corsa a due per giocare al fianco di Lukaku

Alexis Sanchez Lautaro Martinez Inter (Getty Images)
Alexis Sanchez Lautaro Martinez Inter (Getty Images)

Con l’arrivo di Sanchez, cresce la concorrenza nel reparto offensivo dell’Inter. Sicuro del posto Lukaku, il giocatore in lizza con il neo acquisto è Lautaro Martinez. Nella notte italiana  i due si sono incrociati nell’amichevole di Los Angeles tra le rispettive nazionali, Cile e Argentina, finita a reti inviolate. Entrambi sono rimasti in campo per 90 minuti e hanno avuto un’occasione a testa per fare gol. Test importante soprattutto per Sanchez, a caccia della forma migliore in vista del suo debutto con la maglia nerazzurra. Al termine del match, l’ex Manchester United ha lanciato la sfida a Lautaro: “Sono molto felice, ce la siamo giocata alla pari. A livello personale sono soddisfatto, non giocavo da due mesi. Devo tornare in condizione, punto a ritrovarla velocemente in Italia. Voglio lottare per un posto e per i traguardi dell’Inter”.

Per tutte le ultime notizie di mercato CLICCA QUI!

Inter, Lautaro rivale di Sanchez come partner di Lukaku

Leggi anche – Inter, Wanda Nara a cuore aperto: “Icardi torna in Italia. E la Juventus…”

L’argentino è stato titolare sia contro il Lecce che a Cagliari, dove peraltro ha realizzato la rete del provvisorio 1 a 0. Per Lautaro inoltre si profila il prolungamento del contratto, scadente nel 2023, con possibile ritocco dell’ingaggio che salirebbe a tre milioni. Nelle gerarchie di Conte, al momento il 23enne è davanti a Sanchez, se non altro per il discorso legato alle condizioni atletiche. Ma il Nino Maravilla, 30 anni, lavorerà sodo ad Appiano Gentile per ritrovare la forma migliore e insidiare il compagno di squadra. Entrambi hanno le caratteristiche giuste per affiancare Lukaku e la loro duttilità in attacco qualche volta potrebbe indurre Conte a schierare il tridente, come prevede l’ex ct Lippi.

Q.G.