Home Esclusive Juventus, ESCLUSIVO Stendardo: “Sarri numero uno. Atalanta come il Leicester?”

Juventus, ESCLUSIVO Stendardo: “Sarri numero uno. Atalanta come il Leicester?”

CONDIVIDI

Dalla sfida tra Lazio e Atalanta a Sarri, Conte. Questi alcuni temi contenuti nell’intervista rilasciata in esclusiva a Calciomercatonews.com da Guglielmo Stendardo, ex difensore biancoceleste, della Juventus e dei bergamaschi

Guglielmo Stendardo (Getty Images)
Guglielmo Stendardo (Getty Images)

Sabato all’Olimpico si giocherà Lazio-Atalanta. Che tipo di gara ti aspetti?

“Una bellissima partita tra due squadre che si affronteranno a viso aperto. Ai bergamaschi mancherà Zapata, ma hanno comunque attaccanti molto forti. La Lazio ha individualità importanti”.

Il presidente Lotito ha dato una strigliata alla squadra e al tecnico Inzaghi. Manca sempre qualcosa per fare il salto di qualità che permetta ai biancocelesti di qualificarsi per la Champions League…

“Il presidente ha cercato di spronare il gruppo. In alcuni momenti delle gare e del campionato questa squadra ha cali di tensione che poi sono fatali per i risultati. Se migliorerà questo aspetto, riuscirà a raggiungere l’obiettivo Champions”.

L’Atalanta invece in campionato si sta confermando a grandi livelli. E’ esagerato dire che possa inserirsi nella lotta per lo  scudetto?

“Beh, il Leicester di Ranieri ha smentito qualsiasi pronostico, quindi tutto può succedere, sarebbe anche bello che in Italia una squadra come l’Atalanta potesse lottare per il titolo. I bergamaschi ormai ottengono risultati non più casuali, grazie alla programmazione lungimirante di un imprenditore come il presidente Percassi, il vero segreto di questa società”.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Juventus, ESCLUSIVO Stendardo su Sarri, Conte e Napoli

Sarri sta smentendo gli scettici, diventando sempre più “padrone” della Juventus…

“La Juventus intanto ha una società superiore a tutte le altre. Sarri secondo me è il miglior tecnico italiano. Con lui i bianconeri oltre a vincere, giocano bene. Il tecnico è il valore aggiunto”

Fino a qualche settimana fa si diceva che l’Inter di Conte potesse strappare lo scudetto alla Juventus. Lo scontro diretto ha dato indicazioni diverse. Qual è la tua idea?

“L’Inter quest’anno è partita bene con Conte, allenatore bravissimo e grande motivatore, ha preso giocatori importanti. I nerazzurri faranno un grande campionato, ma non credo che reggeranno i ritmi della Juventus”.

Leggi anche – Serie A, corsa scudetto: ecco il cammino di Juventus e Inter

Il Napoli ti sta deludendo?

“Non riesco a dare un giudizio definitivo sulla squadra di Ancelotti. Il Napoli visto contro il Liverpool è da scudetto, quello che ha perso contro il Cagliari invece mi fa venire qualche dubbio. Deve sistemare la fase difensiva, altrimenti resterà fuori dalla corsa. I tifosi sia aspettano di più”.

Da qualche anno sei avvocato. Tempo fa hai detto che la carriera calcistica per te è stata solo una parentesi della tua vita…

“Forse è stata la parentesi più bella perché mi ha dato emozioni che resteranno indelebili nella mia mente. Un uomo, però, deve guardare avanti e pensare che possa avere soddisfazioni in diversi ambiti professionali”.

Q.G.