Home News Roma, gli infortuni decimano Fonseca: le possibilità in campo per il portoghese

Roma, gli infortuni decimano Fonseca: le possibilità in campo per il portoghese

CONDIVIDI

La Roma deve fare i conti con i tantissimi infortuni che tolgono praticamente tutte le alternative a Fonseca nella zona di centrocampo: a questo punto si va verso qualche cambiamento

Paulo Fonseca Roma
Paulo Fonseca (Getty Images)

La Roma continua a leccarsi le ferite. Stamattina è arrivata l’ennesima doccia fredda, doppia. Il responso che è arrivato dagli accertamenti a cui sono stati sottoposti Bryan Cristante e Nikola Kalinic non ha lasciato scampo ai giallorossi. Il centrocampista ex Atalanta ha subito il distacco del tendine dell’adduttore destro, l’ipotesi operazione è quasi certezza e Fonseca potrebbe riaverlo solo fra tre mesi, probabilmente di più. Per il croato, invece, si tratta di frattura della testa del perone e l’ex Atletico Madrid potrebbe stare fuori più di un mese. Il problema del tecnico portoghese si focalizza a centrocampo, con le assenze in contemporanea anche di Pellegrini e Diawara.

Roma, Fonseca a corto di mediani: tutte le soluzioni

Paulo Fonseca è rimasto con il solo Jordan Veretout come mediano di ruolo. La Roma dovrà fare a meno ancora per un po’ di Diawara, Pellegrini e Cristante. A Genova con la Sampdoria è entrato Javier Pastore e ha ben figurato. L’argentino, però, resterebbe un giocatore adattato e non sempre la Roma riuscirà a dominare gli avversari permettendo al ‘Flaco’ di non subire. Al tempo stesso i giallorossi sono attesi da un tour de force, a partire da giovedì con il Moenchengladbach. L’altro giocatore potenzialmente impiegabile in mediana – a detta di Fonseca – è Davide Santon. Difficile pensare che però sia una soluzione realmente praticabile. Per questo è più probabile un cambio di modulo, che preveda un solo mediano, che ovviamente sarebbe Veretout.

Per tutte le ultime notizie sul mercato della Roma CLICCA QUI!

In questo senso si può pensare a un passaggio al 4-3-3, con Zaniolo e Florenzi ai lati del francese ex Fiorentina e il tridente Under (che sta per rientrare)-DzekoKluivert (o Mkhitaryan a cui manca ancora qualche giorno). Più difficile, ma comunque un’ipotesi vista l’abbondanza di centrali, una difesa a 3 con l’inserimento di Pastore al fianco di Veretout (in un 3-4-2-1 con il tridente Mancini-Smalling-Fazio o un 3-5-2 con il terzetto sopracitato a centrocampo). L’altra opzione, questa sì decisamente più remota, è un 4-1-4-1 con Veretout davanti alla difesa e Dzeko supportato da una linea composta da Under, Zaniolo, Mkhitaryan e Kluivert. In caso di assenza del bosniaco, invece, la possibilità a disposizione di Fonseca è quella di provare Zaniolo come ‘falso nueve’, una suggestione senza dubbio interessante. Contro il Milan ci potrebbero essere dei cambi in attacco, visto che Kluivert è squalificato e Perotti ha comunque già recuperato.

F.I.