Inter, Godin: che fine ha fatto lo Sceriffo?

Dopo un inizio di stagione strepitoso, la difesa dell’Inter ha cominciato a perdere colpi. Su tutti, spicca il momento negativo di Godin

Diego Godin Inter (Getty Images)
Diego Godin Inter (Getty Images)

E’ stato il primo acquisto per l’Inter di Conte, proveniente dall’Atletico Madrid a parametro zero. Godin doveva portare esperienza, DNA vincente e solidità alla difesa nerazzurra. Leader indiscusso e capitano della formazione spagnola , l’uruguaiano sta fornendo prestazioni al di sotto dei suoi standard. All’inizio ha pagato lo sbarco in un nuovo campionato, dopo 12 anni di Liga, compresi i tre al Villareal. Inoltre lo Sceriffo era il leader al centro della difesa a quattro dei Colchoneros, mentre Conte lo schiera nel centro destra della linea a tre, con De Vrij in mezzo e Skriniar sul lato opposto. Concettualmente è un modo diverso d’interpretare il ruolo e l’uruguaiano soffre più del previsto.

Per tutte le ultime notizie sul mercato  CLICCA QUI!

Inter, Godin stenta e la difesa di Conte subisce

Leggi anche –  Calciomercato Inter, Vidal non convince Marotta: pista difficile

Da meno battuta nelle prime sei giornate, la retroguardia nerazzurra è scivolata al quarto posto insieme alla Lazio, con 11 reti subite in 5 cinque turni. In Champions League, una rete incassata contro lo Slavia Praga, due a Barcellona e tre nella clamorosa sconfitta di Dortmund, tutte nella ripresa dopo il vantaggio di 2 a 0 accumulato nella prima frazione di gioco. In queste ultime due gare, l’Inter ha subito 38 tiri,  di cui 13 nello specchio della porta. Adattamento a parte, Godin è stato protagonista di qualche sbavatura di troppo, rispetto alla sua indiscutibile caratura. “Non si possono addossare specifiche colpe ad un settore, la fase difensiva riguarda tutta la squadra”, ha detto Conte. In attesa che l’uruguaiano tornio a fare lo Sceriffo.

Q.G.