Calciomercato Inter, assalto a Skriniar | Cash e contropartita!

Le big d’Europa continuano a guardare in casa Inter: pronto l’assalto decisivo a Milan Skriniar con un’offerta davvero esaltante

Inter Arthur
Beppe Marotta (Getty Images)

Saranno mesi davvero caldi per quanto riguarda il calciomercato. L’asse Barcellona-Inter si è fatto infuocato, ma non solo per l’assalto decisivo dei blaugrana per quanto riguarda l’attaccante argentino Lautaro Martinez, che è diventato da mesi l’obiettivo numero uno per il reparto offensivo anche su consiglio del suo connazionale e campione Lionel Messi.

LEGGI ANCHE ->>> Champions League modificata, l’Uefa sale in cattedra | Il comunicato

Calciomercato Inter, intreccio tra Skriniar e Umtiti

calciomercato inter skriniar real militao
Milan Skriniar (Getty Images)

Come svelato dal portale spagnolo “Mundo Deportivo” il club spagnolo avrebbe messo nel mirino il difensore slovacco dell’Inter, Milan Skriniar. L’operazione è molto complicata visto che il suo contratto scadrà nel giugno 2023 e Antonio Conte conta molto sulle sue qualità. Inoltre, la sua valutazione si aggira intorno ai 70 milioni di euro.

LEGGI ANCHE ->>> Calciomercato, malumore a Madrid | Juve alla finestra

Dall’altro canto l’Inter sarebbe molto interessata al centrale francese del Barcellona, Samuel Umtiti, pronto a dire addio alla società blaugrana per una nuova ed entusiasmante svolta della sua sfavillante carriera dopo la Coppa del Mondo vinta nel 2018 con la Nazionale francese. I numerosi problemi fisici lo hanno martoriato negli ultimi mesi e così Umtiti vorrebbe cambiare aria per riprendersi completamente. Così potrebbe esserci un’offerta cash vantaggiosa per Skriniar più il cartellino del difensore francese, che continua a piacere tanto alla società nerazzurra.

Calciomercato Inter
Umtiti (Getty Images)

Le prossime settimane saranno decisive per trovare così l’intreccio giusto per provare un nuovo scambio davvero esaltante tra Inter e Barcellona.

LEGGI ANCHE ->>> Champions League modificata, l’Uefa sale in cattedra | Il comunicato