Bulgaria-Italia, Mancini: “Delusione immensa senza Europeo”

Il CT della Nazionale Roberto Mancini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con la Bulgaria: ecco le sue parole

Bulgaria Italia Mancini conferenza
Mancini © Getty Images

Prima prova positiva per l’Italia. La Nazionale ha cominciato lo scorso giovedì le qualificazioni al prossimo mondiale, che si svolgerà in Qatar nel 2022. Il primo incontro ha visto gli azzurri affrontare l’Irlanda del Nord: la compagine guidata dal CT Roberto Mancini è riuscita ad ottenere la vittoria con un risultato di 2-0, grazie alle marcature realizzate prima da Berardi e, poi, da Immobile. Ora la squadra è impegnata in altri due match a breve. Dovrà vedersela domani alle 20:45 con la Bulgaria e il prossimo mercoledì con la Lituania. Il tecnico è intervenuto in conferenza stampa da Sofia alla vigilia della prima sfida. Di seguito le sue parole: “Faremo dei cambi rispetto alla partita contro l’Irlanda del Nord, ma non sappiamo ancora quanti. Dipenderà dalle condizioni dei calciatori. Tutte le partite sono complicate e dobbiamo affrontarle con la massima concentrazione. Siamo qui per vincere“.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Juventus, Ronaldo torna al Real | Cifre e dettagli

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, proposto al Real Madrid | I nerazzurri tremano

Bulgaria-Italia, le parole di Mancini in conferenza stampa

Mancini ha, poi, aggiunto: “Se l’Italia non ha mai vinto qui, significa che non è un campo semplice. Questa è una delle insidie. Rispetto ai precedenti avversari, la Bulgaria è una squadra meno fisica, ma più tecnica. Non siamo una squadra che può gestire una partita, dobbiamo sempre partire dal concetto di attaccare“. L’allenatore continua sottolineando la prestazione non ottimale della scorsa gara: “Giovedì abbiamo fatto un primo tempo ottimo. Nel secondo abbiamo tentato di gestire, ma non mi sento di dire che abbiamo giocato male. Abbiamo, però, fatto meno bene di altre volte“.

Bulgaria Italia Mancini conferenza
Roberto Mancini © Getty images

Un commento, infine, anche sull’Europeo ai microfoni di ‘Rai Sport’: “Spero che l’11 giugno sarà una data di ripartenza per il calcio con il pubblico. Sarebbe importante non solo per questo sport e spero che tutto possa presto riaprire. In Italia si sente il bisogno di vivere come prima. La mia speranza è quella di vedere il pubblico all’Olimpico. Non poter giocare l’Europeo a Roma sarebbe una delusione immensa“.