Juventus, tre bianconeri rischiano l’esclusione contro il Torino | Il motivo

Il tecnico della Juventus potrebbe prendere una dura decisione in vista del derby contro il Torino: tre giocatori a rischio esclusione

Si torna dalle Nazionali per molti calciatori, mentre altri sono rimasti a lavorare nei propri club vista la mancata convocazione. Nella Juventus preoccupa il caso Covid di Leonardo Bonucci, contagiato probabilmente in Nazionale, dove altri tre membri dello staff di Mancini sono risultati positivi. Questo ovviamente crea apprensione anche per gli altri membri che tornano dalle Nazionali.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Juventus, super offerta per l’ex Milan | Accordo vicino

Ma non sono solo queste le problematiche al momento. Infatti i bianconeri dovranno gestire anche il caso uscito proprio questa mattina dove Dybala e Arthur sono stati colti a violare le norme anti Covid nella villa di McKennie, dove tutti e tre si divertivano durante un festino. Ad intervenire sono stati i Carabinieri, ed ora i tre calciatori rischiano addirittura l’esclusione dal prossimo match.

Juventus, scoppia il caso McKennie: con Dybala e Arthur potrebbero non essere convocati da Pirlo

Calciomercato Juventus, scambio shock | Dybala e Demiral nell'affare
Dybala ©Getty Images

Juventus in difficoltà non soltanto in classifica, ma anche nello spogliatoio. Infatti Andrea Pirlo si trova con una nuova importante ‘gatta da pelare’ nella sua rosa. Questa mattina è arrivata la notizia del ‘festino’ organizzato da McKennie nella sua villa, dove erano presenti anche Paulo Dybala e Arthur. Il tutto è stato fermato dai Carabinieri, con i calciatori che hanno violato le norme Covid in vigore.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Juventus, scambio in Serie A | Sarri lo ‘caccia’

Sabato è in programma un match importante, ovvero il derby contro il Torino, ma a questo punto il tecnico bianconero potrebbe decidere di escludere del tutto i tre giocatori dalla lista dei convocati del match. Un comportamento che certamente non è piaciuto alla società e che ai calciatori potrebbe costare davvero caro.