Inter, duro attacco a Suning: “Non ha un euro. Serve intervento serio”

L’Inter è arrivata in una nuova fase cruciale della sua storia. I nerazzurri devono fare i conti con grandi ristrettezze economiche: occhio al duro attacco per Suning

L’Inter deve fare i conti con una grande incertezza societaria in questo periodo. Suning non ha ancora risolto i problemi economici e anzi continua a trattare per il taglio degli stipendi ai calciatori. Mossa che non viene presa per nulla di buon grado dalla squadra che al massimo potrebbe accettare lo slittamento delle due mensilità in questione. Attenzione al futuro: da Marotta a Ausilio, fino ad arrivare alla panchina di Antonio Conte. Ora le ristrettezze economiche potrebbero incidere in maniera decisiva sui progetti della società e sulle prospettive legate al prossimo futuro sul campo e sul calciomercato.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, caos stipendi e premi | Arriva la bomba sul futuro!

La squadra con il suo allenatore ha fatto scudo per preparare al meglio la stagione ed è riuscita a trionfare sul campo, ma da mesi si parla di finanziamento, prestito e cessione di quote in società. Una turbolenza che andrà chiarita al più presto e che lascia in ansia diversi tifosi e addetti ai lavori. E intanto Zhang e Suning sono sommersi dalle critiche.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, Inter e Juve bloccate | Sprint Milan: colpo in Serie A!

Inter, Zazzaroni contro Suning: il pensiero del giornalista

Inter, Zazzaroni contro Suning | "Se è così, non ha un euro"
Zhang e Marotta © Getty images

Un nuovo attacco piuttosto cocente è arrivato da Ivan Zazzaroni. Il noto giornalista si è espresso ai microfoni di ‘Tutti Convocati’, in onda su ‘Radio 24’ e non ha avuto parole tenere nei confronti delle possibili operazioni societarie: “Quando chiedi un prestito di 250 mln con un interesse di 12% vuol dire che non hai un euro“, sottolinea subito il giornalista. Poi prosegue con dichiarazioni decisamente pungenti nei confronti di Zhang: “Auguro ai tifosi dell’Inter di trovare un nuovo proprietario, ci vuole un intervento serio. La società è mancata per sei mesi: l’allenatore e i calciatori hanno fatto un miracolo”.