ESCLUSIVO | Calciomercato Milan, Autieri: “Kaio Jorge e Siri dal futuro garantito”

Il Milan guarda in Sudamerica per rinforzare l’attacco e i nomi del momento sono il brasiliano Kaio Jorge e l’uruguaiano Siri

Calciomercato Milan, Autieri su Kaio Jorge e Siri
Maldini e Massara ©Getty Images

Daniele Trecca

Dopo l’arrivo di Olivier Giroud, il Milan è pronto a regalare a Pioli anche un profilo più giovane in attacco. Ormai da tempo si parla del concreto interessamento per Kaio Jorge, mentre è di ieri la notizia di un interessamento per Siri del Danubio. Per conoscere meglio i due attaccanti sudamericani, Calciomercatonews.com ha intervistato l’Avvocato Camillo Autieri, operatore di mercato molto attivo in Sudamerica. “Sono due giocatori, anche se nell’immaginario simili, in realtà molto diversi: Kaio Jorge può ricordare un Lautaro Martinez, giocatore d’area, forte ma che può migliorare in fase realizzativa, Nicolas Siri invece è più un attaccante di movimento, bravo anche fuori area ed in fase di suggerimento, ottima assistenza per i compagni ed ottima visione della porta. Kaio Jorge è un gennaio 2002 di circa 182 cm che può certamente essere messo in condizioni con la prima squadra di crescere, rubando i segreti ai mostri sacri Ibrahimovic e Giroud, Nicolas essendo 1 aprile 2004 di 180 cm potrà invece confrontarsi (seppur sotto età) con la primavera del Milan ed essere così valutato con più calma”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, idea dal Brasile per ringiovanire l’attacco | I dettagli

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, non solo Giroud | Nuovo affare col Chelsea

Calciomercato Milan, Autieri su Kaio Jorge e Siri

“Kaio Jorge è di passaporto extracomunitario così come Siri, che però potrà intraprendere la procedura del doppio passaporto viste le chiari origini italiane (Cagno è l’altro cognome). Dal punto di vista economico, sono due operazioni molto diverse tra loro. Insomma, stiamo parlando di due ottimi profili, uno quasi pronto e l’altro da lavorarci, ma con futuro garantito. Per me, da prendere entrambi”.