Calciomercato Inter, Lukaku ai saluti | Annuncio e dura frecciata a Conte

L’Inter deve fare i conti con il futuro di Romelu Lukaku nelle ultime ore. Il gigante belga si avvicina all’addio ai nerazzurri e non può mancare un pensiero per Antonio Conte

Calciomercato Inter, Conte e l'addio di Lukaku | Nuova frecciata
Lukaku © Getty Images

Antonio Conte e Romelu Lukaku, un binomio che ha fatto le fortune dell’Inter negli ultimi due anni. Una coppia che rischia di rimanere, anche per l’altro 50%, solo un ricordo per i nerazzurri. L’addio del tecnico, dopo lo scudetto ambito e conquistato sul campo, è una ferita che l’arrivo di Simone Inzaghi dovrà cercare di guarire. Con difficoltà, visto anche gli ultimi sviluppi in sede di calciomercato. Infatti, dopo l’addio di Achraf Hakimi, ormai passato al PSG, anche Lukaku potrebbe dire addio nelle prossime ore.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, post Lukaku in Serie A | Perisic porta il bomber!

Un’eventualità che sta diventando sempre più concreta con il passare dei giorni. E non solo per la ricca offerta del Chelsea, sia al calciatore che all’Inter, ma per la volontà di Big Rom, che pare sempre più proiettata verso il ritorno in Blues. E così il futuro si sta delineando lasciando attoniti (e infuriati) i tifosi. E in molti stanno associando anche l’addio di Conte a quest’operazione in uscita, come se l’ex Juventus sapesse di un ridimensionamento tanto importante da parte della società.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, sgambetto al Chelsea per Lukaku | Scambio e sgarbo alla Juve

Calciomercato Inter, Lukaku e l’addio di Conte: nuova frecciata

Calciomercato Inter, Conte e l'addio di Lukaku | Nuova frecciata
Conte © Getty Images

Ne ha parlato nelle ultime ore Luigi Furini ai microfoni di ‘Top Calcio 24’. Il giornalista ha sottolineato ai microfoni di ‘Top Calcio 24’ il futuro di Big Rom e l’intreccio con Conte, non risparmiando una frecciata per il tecnico: “Aveva ragione Conte? Secondo me, non aveva messo in conto la partenza di Lukaku. Se il Chelsea avesse preso Haaland, il belga sarebbe rimasto. Non piango la partenza di Conte, un allenatore, se arriva la bufera cerca di tenere la barca a galla. Invece, lui è sceso subito“.