Calcicomercato, il Milan teme la ‘vendetta’: lo scippo è doppio

Il Milan ora teme la ‘vendetta’: possibile doppio scippo ai danni dei rossoneri con il cambio in panchina che stravolge i piani sul calciomercato

Il Milan ora ‘teme’ la vendetta. Dopo aver chiuso la trattativa per il rinnovo di Stefano Pioli, ufficializzato nella giornata di ieri, i rossoneri possono essere coinvolti nel cambio in panchina di un’altra big.

Paolo Maldini
Paolo Maldini © LaPresse

Il riferimento è al Manchester United che ha esonerato Solskjaer ed è pronto ad affidarsi a Rangnick fino al termine della stagione. Il tedesco guiderà i ‘Red Devils’ per sei mesi, poi diventerà consulente del club inglese, potendo incidere in maniera profonda sulle scelte della società anche in tema di mercato. Un po’ quello che Rangnick avrebbe potuto fare anche al Milan due anni fa, quando il suo nome era dato molto vicino alla società rossonera. Una trattativa che poi è naufragata e per la quale ora il tedesco potrebbe consumare la sua ‘vendetta’.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, la Juventus fa sul serio: assalto al gioiello

Calciomercato Milan, vendetta Rangnick: assalto a Theo Hernandez e Kessie

Theo Hernandez
Theo Hernandez © LaPresse

Rangnick potrebbe, infatti, dare l’assalto a due gioielli del Milan. Il primo nome, non certo nuovo, è quello di Franck Kessie, in scadenza di contratto a giugno e per il quale le trattative per il rinnovo sembrano destinate a fallire. L’ivoriano è da tempo accostato al Manchester United che lo considera un profilo particolarmente adatto per la Premier League.

Da Kessie a Theo Hernandez, altro calciatore che Rangnick vorrebbe strappare al Milan e portare al Manchester United. Se per l’ex centrocampista dell’Atalanta il destino sembra ormai lontano da Milano, con la decisione che – salvo ribaltoni sul fronte rinnovo – toccherà al calciatore, per l’esterno francese i rossoneri sono pronti a fare le barricate, salvo offerte irrinunciabili.

D.B.