Inter-Sassuolo, Inzaghi amaro dopo il ko: “Sbagliato l’approccio”

Le parole del tecnico nerazzurro Simone Inzaghi, nel post partita di Inter-Sassuolo

L’Inter non ha approfittato del pari del Milan ed ha perso malamente in casa con il Sassuolo. Un ko pesante, che concede al Napoli l’opportunità di raggiungere i rossoneri in vetta alla Serie A. Il tecnico Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Dazn nel post partita, concentrandosi sul momento della squadra.

Inzaghi Inter
Simone Inzaghi ©LaPresse

Dopo la sconfitta in Champions League, l’Inter aveva la possibilità di riscattarsi e di ritrovare il primato in Serie A. I nerazzurri sono impattati però in un grande Sassuolo, capace di gelare San Siro in soli 26 minuti con i colpi di Raspadori e Scamacca. Secondo il mister, la squadra ha sbagliato l’approccio: “Sono molto arrabbiato per l’approccio, una squadra che vuol vincere lo scudetto non può approcciare una gara in questo modo. Il Sassuolo è una squadra tecnica che ha ottimi giocatori di ripartenza – continua Inzaghi –, e aveva già vinto su campi molto difficili”.

Serie A, Inzaghi crede nella ripresa dell’Inter dopo il ko con il Sassuolo

Inter Sassuolo
Lautaro Martinez ©LaPresse

L’Inter ha provato a cambiare qualcosa nella ripresa ma Consigli ha negato più volte la gioia del gol: “Ho fatto qualche cambio tattico, ne avrei sostituiti anche più di due a inizio ripresa. Ci sono state tante parate e salvataggi – prosegue Inzaghi -, pur creando tantissimo non abbiamo avuto l’episodio a favore. Noi, come detto, dovevamo approcciare in modo diverso, al di là delle fatiche della Champions e al di là dei meriti del Sassuolo”. Il mister nerazzurro ha fatto i complimenti ai neroverdi: “Hanno giocato un’ottima partita a livello tecnico, erano più freschi fisicamente. Ora con calma cercheremo di trovare energie fisiche e mentali”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, tonfo Inter: Scamacca e Raspadori sbancano San Siro

La sconfitta ha frenato la corsa scudetto dell‘Inter ma Simone Inzaghi è fiducioso sul futuro: “Siamo tutte lì, sappiamo che mancano 13 finali e noi vogliamo andare avanti”. Il mister non ha criticato l’attacco, apparso poco incisivo: “Ci è mancata brillantezza, forse perché eravamo stanchi. Siamo andati sotto così come con il Liverpool ma sono sicuro che torneremo a segnare. Oggi abbiamo creato tantissimo e restiamo ancora il miglior attacco.”