Dybala dice ‘basta’: rinnovo più lontano per l’argentino

Dopo l’arrivo di Vlahovic e le parole di Arrivabene, Paulo Dybala starebbe seriamente meditando di non rinnovare con la Juve: il punto

Quando tutto sembrava, a dire il vero un po’ sorprendentemente, volgere al meglio, ecco il doppio episodio che ha rimesso pesantemente in discussione il futuro di Paulo Dybala nella Juventus. Ma andiamo con ordine: l’arrivo di Dusan Vlahovic pareva in un primo momento aver chiuso le porte all’argentino. Il verdetto del campo però, almeno nelle prime due gare, aveva detto che la Joya e il serbo parevano intendersi a meraviglia: anche la querelle sul rinnovo dell’argentino sembrava dunque aver fatto registrare un segno positivo in direzione permanenza del sudamericano.

Dusan Vlahovic esultanza
Dusan Vlahovic © LaPresse

Poi la trasferta di Bergamo, in cui i due avevano già fatto più fatica delle due precedenti apparizioni. E per finire, almeno limitatamente alle questioni di campo, il Derby. Il primo ‘turning point’ della nuova direzione che avrebbe preso la discussione sul rinnovo. L’uscita anticipata dal campo del talentuoso albiceleste, con realtivo stop per la trasferta europea a Vila-Real, ha dato nuova linfa a chi sostiene che l’argentino non sia integro fisicamente. Che s’infortuna troppo spesso. Che non si possa costruire il futuro tecnico sulla sua figura. Ma il meglio (anzi il peggio) sarebbe ancora dovuto arrivare.

Juventus-Dybala: l’argentino avrebbe preso la sua decisione

David Juventus
Paulo Dybala ©LaPresse

Nel pre-partita di Champions l’ad bianconero Maurizio Arrivabene ha lanciato una stilettata niente male al suo giocatore. “Ottimismo su Dybala? I contratti si fanno in due, ci può essere ottimismo da una parte e pessimismo dall’altra e viceversa. I rinnovi comportano una trattativa e, ogni parte che vi partecipa, si pone un obiettivo“, le parole del dirigente. Questa sarebbe stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Secondo indiscrezioni raccolte nelle ultime ore, il giocatore sarebbe stanco sia delle frecciate della società che dello scetticismo di parte dell’ambiente bianconero sulla sua centralità nel progetto futuro. La Joya avrebbe dunque maturato la convinzione di interrompere qui la sua storia in maglia bianconera. Nei continui colpi di scena andati in onda in questa telenevola, forse c’è ancosa spazio per arrivare ad un accordo. Ma ora la partita sembra giocarsi paradossalmente più sul piano delle emozioni – della stima, della fiducia e dell’affetto da parte di tutto l’ambiente – che su quello prettamente economico.