Conte lascia Londra, ribaltone in casa Spurs | Torna in Inghilterra

Dopo pochi mesi sembrano già insanabili i conflitti tra Antonio Conte e la proprietà Spurs: all’orizzonte spunta una vecchia conoscenza del calcio inglese

I mal di pancia di Antonio Conte, sovente esternati davanti alle telecamere senza filtri, sono proverbiali. Anche nella vincente esperienza sulla panchina dell’Inter il tecnico salemtino si è contraddistinto per una vis polemica atta comunque sempre a sferzare la società per metterlo nelle condizioni di rendere al meglio. Tradotto: seguire le sue indicazioni di mercato. Anche nella ancor giovane avventura come manager degli Spurs, Conte ha già fatto capire abbondantemente il suo pensiero: il suo futuro al Tottenham è tutto da verificare.

Antonio Conte Calciomercato
Antonio Conte © LaPresse

Sulla scia di indiscrezioni che vorrebbero l’allenatore pugliese in corsa per la panchina del Milan , Conte riflette sul suo futuro. Le sue parole pronunciate dopo la sconfitta in campionato contro il modesto Burnley – la quarta nelle ultime cinque gare, con la sola prestigiosa parentesi della clamorosa vittoria a casa Guardiola – suonano già come un addio. Inevitabile si facciano già i nomi dei possibili successori. Tra cui spicca un tecnico che Londra la conosce molto bene. Parliamo di un allentore che può fregiarsi dia ver vinto un titolo alla sua prima ed unica esperienza in terra inglese, ma sulla panchina dei rivali cittadini dei Blues.

Calciomercato, addio Conte agli Spurs: Sarri candidato numero uno alla successione

Maurizio Sarri Calciomercato
Maurizio Sarri © LaPresse

Un altro tecnico che non vive un rapporto idilliaco col suo presidente è Maurizio Sarri. L’allentore toscano, già entrato in contrasto col ds Tare la scorsa estate ma anche nell’ultimo mercato di gennaio, lamenta dei problemi di natura tattica con Luis Alberto e Milinkovic-Savic. Due dei giocatori più rappresentativi della rosa biancoceleste. Non essendo affatto da escludere un interruzione anticipata del rapporto col patron Lotito, Sarri – già al centro di voci che lo accostavano agli Spurs prima di firmare per la Lazio – potrebbe diventare il candidato numero uno alla successione di Conte. Le ambizioni degli Spurs e la rosa a disposizione sembrano calzare a pennello per la figura del toscano. Uno che a Londra, sponda Chelsea, ha già fatto vedere come si vince, vedi la stagione 2018-19.