Juventus-Dybala, arriva un nuovo attacco: “Conta la sostanza”

Il futuro di Paulo Dybala è ancora in bilico, con il rinnovo che pare sempre più lontano: duro attacco all’argentino

Alle spalle la vittoria di ‘corto muso’ contro lo Spezia, per la Juventus è già tempo di prepararsi alla partita di Marassi contro la Sampdoria. I bianconeri, al momento quarti e a 5 punti dall’Inter seconda in classifica, sono vicini a quello che sarà uno dei momenti clou dell’annata della Juventus: il ritorno degli ottavi di Champions League contro il Villarreal mercoledì prossimo, definirà il destino europeo della ‘Vecchia Signora’. Dal calcio giocato al calciomercato, uno dei casi più spinosi in vista della prossima estate resta sicuramente quello legato a Paulo Dybala.

Dybala Juventus
Paulo Dybala ©LaPresse

Il fantasista argentino resta in scadenza il 30 giugno 2022 con la Juventus ed il rinnovo del contratto, al momento, pare un’ipotesi sempre meno probabile. Ecco che per la ‘Joya’ arriva un nuovo attacco che non lascia scampo al numero 10 di Allegri. Il giornalista Tony Damascelli, ai microfoni di ‘Tuttosport’, ha parlato a ruota libera non risparmiando pesanti critiche all’ex Palermo ma non solo.

Dybala, duro attacco: “Privilegiati e impuniti”

Dybala Juventus
Paulo Dybala ©LaPresse

Conta la sostanza e non i tatuaggi, i balletti dopo un gol, le volgari richieste di salario. In Italia soprattutto assistiamo a contrattazioni che non hanno nulla di logico rispetto alla realtà tecnica del campo”. L’analisi del noto giornalista prosegue, prendendo spunto dal recente big match tra Real Madrid e PSG, che ha visto la clamorosa rimonta della squadra di Ancelotti su quella di Pochettino.

“La partita di Madrid ha smascherato le presunzioni e dato suggerimenti agli amministratori dei nostri club di fronte alle richieste di contratti multimilionari presentate da procuratori e calciatori molti dei quali sono già fuori da tempo dal circuito delle Coppe e anche per demeriti propri”.

Dybala Juventus
Paulo Dybala ©LaPresse

Damascelli ha poi concluso il suo intervento, coinvolgendo ancora una volta la ‘Joya’ che, salvo sorprese, saluterà Torino tra poco più di tre mesi: “Il caso Dybala è illustre ma con lui altri di un mondo di privilegiati e impuniti”.