Torino-Inter, il rigore non concesso costa ‘caro’ a Guida: stop in arrivo

L’Inter acciuffa il Torino in extremis e resta a -4 dal Milan. Nel day after, tengono banco le polemiche per il rigore non concesso ai granata. Previsto lo stop per l’arbitro Guida ed il Var Massa

Il gol del pareggio in extremis di Sanchez al Torino, ha permesso all’Inter di rimanere a galla nella corsa scudetto. In attesa del recupero col Bologna, i nerazzurri sono scivolati al terzo posto in classifica, distanti quattro lunghezze dal Milan. Intanto, l’arbitraggio del posticipo domenicale della 29a giornata di Serie A, potrebbe costare caro all’arbitro Guida ed al Var Massa.

Torino Inter Var Guida
Bremer ©LaPresse

I due non hanno ritenuto da rigore, il fallo di Ranocchia su Belotti, nel corso del primo tempo. I granata avevano già siglato la rete del vantaggio con Gleison Bremer, e avrebbero potuto raddoppiare prima dell’intervallo. Una rete pesante, non solo per il match, ma anche per la corsa scudetto. Inevitabili le polemiche per l’arbitraggio, probabilmente seguite anche da uno stop per i due fischietti.

Torino-Inter, dall’errore sul rigore allo stop: in arrivo la ‘stangata’ per Guida e Massa

Guida Inter Torino
Ivan Juric ©LaPresse

Continua a far ‘rumore’ il rigore non concesso durante Torino-Inter. Stando alle indiscrezioni di Gazzetta.it, il fischietto del match Guida e l’assistente Var saranno fermati per le prossime tre giornate. Massa (Var), nel frattempo potrà rifarsi in Champions League, dove dirigerà il ritorno degli ottavi tra Lille e Chelsea.