Mourinho replica a Zeman: la risposta che spiazza tutti

Impegnato nella conferenza stampa alla vigilia di Roma-Venezia, José Mourinho ha risposto a modo suo a Zdenek Zeman

Mourinho ha portato la Roma in finale di Conference League? È un segno del livello di quella coppa, che è molto basso. E’ una coppa nuova dove giocano i paesi calcisticamente sottosviluppati. L’allenatore più bravo della Serie A è Vincenzo Italiano, a me piace molto, più di Mourinho“. Queste parole di Zdenek Zeman, battute da tutte le agenzie di stampa, hanno creato un qual certo scalpore.

Zdenek Zeman pensieroso
Zdenek Zeman © LaPresse

C’era ovviamente molta curiosità attorno alla possibile risposta dello Special One, che oggi ha presieduto la conferenza stampa alla vigilia di Roma-Venezia, ultima di campionato tra le mura amiche per i giallorossi. La beffarda eliminazione del Foggia per mano del Virtus Entella nel primo turno della Fase Nazionale dei Playoff di Serie C poi, consumatasi proprio ieri sera, poteva lasciar presupporre una sorta di ‘vendetta mediatica’ del portoghese. Che invece, a sorpresa, ha dribblato l’argomento.

Mourinho ‘dribbla’ Zeman: le parole

Jose Mourinho esulta
Jose Mourinho © LaPresse

L’incontro coi giornalist è iniziato ovviamente parlando dell’imminente match contro la formazione lagunare, ormai a un passo dalla Serie B: “Noi dobbiamo vincere domani, abbiamo bisogno di punti, vogliamo vincere perché sarà l’ultima all’Olimpico e se vinciamo andremo all’ultima gara padroni del nostro destino. Dobbiamo vincere con tutto il rispetto per il Venezia, che si gioca il suo futuro. Ci sarà una gestione minima, un paio di cambi domani e un paio diversi contro il Torino. Non faremo però cambi molto grandi“.

Il discosros si è poi spostato sul tema arbitrale, molto caro al portoghese in questa stagione: “C’è gente interessata che noi finiamo ottavi con la speranza che vinciamo la finale, così sarebbe una cosa fantastica per il calcio italiano avere otto squadre in Europa. Però questo non si deve fare a costo di ingiustizie e mancanze di rispetto verso chi lavora tanto come noi. Contro la Fiorentina la squadra era stanca, la Fiorentina aveva un motore diverso dal nostro. Loro hanno giocato veramente bene però siamo stanchi di arbitri, VAR, avere problemi dopo la gara, essere puniti senza poter lavorare per settimane come accaduto spesso. Alla fine ok, hanno sbagliato, loro vengono puniti ma dove sono i punti? Non voglio dire complimenti al VAR e agli arbitri a fine campionato, voglio finire quinto/sesto che è il nostro obiettivo, posizione in cui siamo stati praticamente per tutta la stagione“.

Per finire, ecco il sorprendente riferimento a Zeman: “Prima di concludere, faccio gli auguri a mister Zeman per il suo compleanno ieri“, ha chiosato Mourinho. Chi si aspettava che partisse la polemica diretta tra i due, dunque, è rimasto deluso. Forse contro pronostico…