Ore di fuoco a Barcellona: “Non capisco a che gioco stia giocando”

Cresce la tensione tra la presidenza del club ‘Blaugrana’ e l’entourage del baby fuoriclasse sulla trattativa di rinnovo in stallo, può tornarci su la Juventus

Il Barcellona vuole puntare tutto sui giovani, specialmente se questi sono frutto della sua eccelsa ‘cantera’. Ed è proprio questo il motivo che ha spinto il presidente ‘Blaugrana’ Joan Laporta ad accelerare il passo sui rinnovi dei contratti pendenti oppure in stallo, al fine di evitare rocamboleschi tour de force a pochi mesi dalla loro naturale chiusura.

Gavi ©LaPresse

Nel caso del baby talento Gavi, però, la situazione si è complicata a tal punto da far sfociare Laporta in un’attacco furibondo ai danni dall’entourage del calciatore, legato al Barcellona fino al 2023.

“Non capiamo il perché di tanta attesa”, dice Laporta in un’intervista ai microfoni de ‘L’Esportiu’. “Il suo agente ha da tempo ricevuto le nostre indicazioni sulla proposta di prolungamento di contratto ma non abbiamo alcuna notizia sul fatto che l’abbia o meno accettata. La nostra posizione è quantomai chiara, non conosciamo invece quella del calciatore e del suo agente. Sappiamo soltanto che si stanno confrontando fra di loro e che ci faranno sapere”, aggiunge.

Poi incalza: “Capisco che Gavi sia un calciatore che piace e che stia valutando le proposte che gli sono arrivate… ma è anche vero che qui stiamo parlando di uno stipendio e di un futuro al Barcellona. Non capisco a che gioco stia giocando il suo agente: ritengo che la proposta lanciata sia, nei limiti del nostro budget, più che soddisfacente”.

Rinnovo di Gavi in stallo, si (ri)spalancano le porte della Juve

Gavi ©LaPresse

Sebbene una ventina di giorni fa appena si sia data quasi per certa la firma del rinnovo di Gavi col Barcellona, la Juventus non si è mai distaccata tanto dal profilo spagnolo. Difficile, in effetti, potersi alienare sapendo della qualità e delle altissime prospettive di crescita di cui dispone il 17enne. Una probabile rottura nei rapporti che intercorrono tra la società ‘Blaugrana’ e l’entourage del calciatore potrebbe dunque riaprire clamorosamente le chance della Juventus da qui al prossimo futuro.