Ibrahimovic-Milan, decisione presa: Maldini ha le idee chiare

Fermo ai box dopo l’intervento al ginocchio, Zlatan Ibrahimovic riflette sul futuro assieme a Mladini: la decisione sarebbe stata già presa

Nemmeno il tempo di festeggiare lo Scudetto – vinto anche grazie ad un suo straordinario avvio di stagione, e le cui basi sono state poste grazie alla sua leadership – che Zlatan Ibrahimovic è finito sotto i ferri. L’intervento di ricostruzione del crociato anteriore e la riparazione dei menischi lo terrà lontano dai campi da gioco almeno fino a fine anno. Lo svedese però, non avrebbe alcuna intenzione di appendere gli scarpini al chiodo.

Zlatan Ibrahimovic festeggia
Zlatan Ibrahimovic © LaPresse

Lo svedese, che si è preso la scena sia nello spogliatoio del Mapei Stadium che nei festeggiamenti del giorno dopo, sta discutendo con la società sui termini del rinnovo di contratto. Indiscrezioni lanciate qualche giornata prima della fine del campionato parlavano di un possibile addio dello svedese al Milan. Le cose, assicura La Gazzetta dello Sport, non starebbero proprio così.

Patto Maldini-Ibra: lo svedese può restare

Zlatan Ibrahimovic Calciomercato
Zlatan Ibrahimovic © LaPresse

Second quanto riferito da La Rosea, probabilmente sul finire della prossima settimana ci sarà un incontro tra il giocatore e Paolo Maldini per discutere il prolungamento del contratto. Si respira grande fiducia: le sensazioni post intervento al ginocchio sono positive: il totem rossonero conta di tornare in campo a pieno regime a gennaio.

Il punto di accordo tra le parti potrebbe essere quello di sottoscrivere un contratto a gettone con stipendio legato ai risultati personali e di squadra. Ibrahimovic, che ha più volte manifestato insofferenza all’idea di smettere col calcio giocato, verrebbe così accontentato con una formula sostenibile per le casse rossonere. Lo stesso Milan non perderebbe un giocatore che, al di là della presenza fisica in campo, è troppo importante in termini di mentalità e spogliatoio. Il matrimonio, dunque, potrebbe essere celebrato a breve.