Al Milan con lo scambio: Marotta è una furia

Oltre a De Ketelaere, il Milan ha intenzione di anticipare l’Inter per il gioiello: lo scambio è possibile

Poco più di venti giorni all’esordio stagionale in Serie A per il Milan di Stefano Pioli. L’allenatore emiliano attende tuttavia ancora che diverse operazioni di calciomercato si chiudano, completando la rosa per la nuova stagione. Da De Ketelaere ad un possibile rinforzo in attacco fino alla mediana, orfana di un profilo di assoluta importanza come quello di Franck Kessie.

Pobega Frattesi
Stefano Pioli e Paolo Maldini © LaPresse

L’addio dell’ivoriano ha lasciato un buco importante nello scacchiere del ‘Diavolo’ ed è per questo che Paolo Maldini sarebbe pronto ad un’accelerata. Nel mirino uno dei nomi accostati, ormai da diversi mesi, a Inter, Juventus e Roma: l’idea scambio con Pobega è dietro l’angolo.

Maldini anticipa l’Inter: scambio con Pobega

Pobega Frattesi
Tommaso Pobega © LaPresse

Saranno giorni bollenti per il mercato rossonero. Maldini e Massara hanno da tempo individuato le criticità della rosa di Stefano Pioli e, oltre alla trequarti, la priorità rimane sempre l’erede di Franck Kessie. Con Renato Sanches che potrebbe finire al PSG, l’ultima idea del ‘Diavolo’ porta a Davide Frattesi. Il centrocampista del Sassuolo, valutato 30 milioni di euro dalla società romagnola, è da tempo una priorità per l’Inter. Il Milan ha però un asso nella manica per superare la concorrenza e regalare Frattesi all’allenatore emiliano.

Il cartellino di Tommaso Pobega, reduce da una grande annata con la casacca del Torino, per abbassare le pretese dei neroverdi e superare Inter e Juventus nella corsa a Frattesi. Il centrocampista di scuola Milan ha una valutazione vicina ai 15-18 milioni di euro: denaro che permetterebbe un esborso decisamente inferiore per la firma del talento del Sassuolo.

Pobega
Davide Frattesi © LaPresse

38 le presenze di Frattesi nell’ultimo anno, con 4 gol e 4 assist vincenti all’attivo: adesso il suo futuro potrebbe chiamarsi Milan, con buona pace di Marotta e Inzaghi.