Milan, con Pioli si cambia: ecco come giocherebbero i rossoneri

Il Milan potrebbe annunciare nei prossimi giorni il successore di Marco Giampaolo: Stefano Pioli è il nome in pole per la panchina rossonera

Milan Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Nonostante i tre punti sofferti contro il Genoa, il futuro tecnico del Milan con ogni probabilità non sarà più Marco Giampaolo. Pare ormai scontato l’esonero dell’allenatore abruzzese con diversi nomi in lizza per sostituirlo. Tra i papabili resta caldissima la pista che porta a Stefano Pioli, ex Fiorentina ed Inter corteggiato anche dalla Sampdoria per il post-Di Francesco.

Leggi anche ———> Inter, Lukaku tra gli imputati: l’attaccante belga sotto le aspettative

Milan, con Pioli può arrivare un ex interista: gli scenari

Un Milan che cambierebbe volto, con due moduli di riferimento tanto cari a Pioli. In primis il 4-2-3-1 con cui Pioli fece bene anche sull’altra sponda del Naviglio, alla guida dei cugini nerazzurri. Il tecnico emiliano punterebbe fortemente sugli esterni, Suso in primis, con il rilancio di uno spento Piatek che sotto la guida di Giampaolo ha decisamente perso lo smalto. Con Donnarumma tra i pali, in difesa spazio al sorprendente Theo Hernandez sulla sinistra, con Calabria favorito su Conti a destra, al centro Romagnoli e Musacchio. In mediana Bennacer e Kessie potrebbero fungere da diga davanti alla difesa con Suso, Paqueta (o Bonaventura) e Leao a sostenere la punta polacca.

Per tutte le ultime notizie sul mercato del Milan CLICCA QUI!

L’alternativa, tanto cara al Milan, si chiama 4-3-3 che si sposerebbe con la filosofia di calcio propositivo di Pioli. In tal senso, il calciomercato invernale potrebbe venire in soccorso del Milan e del suo probabile nuovo allenatore. Nel mirino l’ex interista Keita Balde, tornato al Monaco dopo una buona stagione in nerazzurro e considerato una pedina ideale per l’esterno d’attacco. Situazione da tenere sotto controllo con il ghanese come possibile colpo a sorpresa di gennaio. Il Milan è quindi pronto a ripartire, ancora una volta, con un nuovo tecnico: il futuro potrebbe chiamarsi Stefano Pioli.

S.C