Calciomercato Roma, super colpo in attacco | ‘Beffa’ a Juve e Milan

Clamorosa mossa della Roma che lavora sul calciomercato e prepara l’assalto al big: pronta l’offerta per battere Juventus e Milan

Fonseca calciomercato Roma (getty images)
Fonseca (getty images)

È stato un avvio di stagione di alti e bassi per la Roma, che occupa comunque una posizione tranquilla che permette di ambire ancora a posizioni importanti della Serie A. I giallorossi sono attualmente in sesta posizione a -2 da Juventus e Napoli che si condividono il terzo posto in classifica.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, rinnovo ad un passo | C’è l’accordo!

La vetta occupata dal Milan, invece, dista otto punti. Nell’ultima gara è mancato il gol con il Sassuolo ma metà partita è stata giocata in inferiorità numerica. Domenica prossima invece ci sarà il match in trasferta contro il Bologna, nella quale ci sarà bisogno di riprendere il cammino con una vittoria che manca da due giornate.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, cessione illustre | Va al PSG con Allegri!

Calciomercato Roma, la società sogna il colpo grosso: Icardi può essere l’erede di Dzeko

Icardi (getty images)
Icardi (getty images)

Mentre la squadra pensa ai prossimi incontri, la società continua a lavorare sul futuro e pensa al colpo grosso per le nuove sessioni di calciomercato, in particolare per giugno. In caso di addio di Edin Dzeko, la Roma potrebbe mettere nel mirino Mauro Icardi per assicurarsi un alto big in attacco.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, idea Barcellona per de Ligt | Scambio alla pari

L’argentino ora guadagna circa 9 milioni di ingaggio con il PSG e servirebbe un piccolo sforzo della Roma per arrivare a quelle cifre. Il club francese lo può far partire per una cifra di circa 40 milioni di euro. In caso di acquisto, arriverebbe una beffa per Juventus e Milan che sono interessate all’attaccante ex Inter.

Icardi Milan
Mauro Icardi (Getty Images)

In questo avvio sfortunato di stagione, Mauro Icardi ha collezionato solo due reti in cinque presenze prima della rottura del legamento collaterale mediale del ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco fino a fine novembre.