Calciomercato Milan, rinnovo Ibrahimovic | Ecco pro e contro

In casa Milan ci sarà presto da discutere anche del futuro di Zlatan Ibrahimovic: ecco i pro e i contro del rinnovo

È senza dubbio il Milan la regina del calciomercato invernale a meno di una settimana dalla chiusura delle trattative. Il club rossonero si è rinforzato in tutti i reparti con gli arrivi di Tomori, Meité e Mandzukic, ed è sempre ottimista sui rinnovi di due big come Donnarumma e Calhanoglu, entrambi in scadenza di contratto a giugno. Nei prossimi mesi la priorità diventerà invece il futuro di Zlatan Ibrahimovic, anche lui in scadenza a fine stagione. Ecco pro e contro del prolungamento dell’attaccante svedese. Per restare aggiornato con le ultime news legate al mercato e non solo CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, nome a sorpresa dalla Premier League per l’estate!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, reazione a catena | Idea last minute per la trequarti

Calciomercato Milan, rinnovo Ibrahimovic | Pro e contro
Zlatan Ibrahimovic © Getty Images

Calciomercato Milan, pro e contro del rinnovo di Ibrahimovic | L’analisi

La prima motivazione che potrebbe spingere la dirigenza rossonera a fare un ulteriore sforzo per il prolungamento è sicuramente legata al rendimento del calciatore. L’ex Juve e Inter ha finora collezionato ben 13 gol e 2 assist in solo 14 presenze stagionali. Numeri impressionanti, considerando soprattutto l’età dello svedese, in grado a 39 anni di fare ancora la differenza. Con il suo carisma e la sua esperienza, il centravanti ha inoltre trasformato la squadra di Pioli, portandola dopo il lockdown subito ai vertici della Serie A. Al momento, insomma, Ibra rappresenta ancora una garanzie dentro e fuori dal campo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, erede Ibrahimovic in Serie A! Cifre e dettagli

Calciomercato Milan, rinnovo Ibrahimovic | Pro e contro
Zlatan Ibrahimovic © Getty Images

Di contro, però, Maldini e Massara potrebbero vacillare di fronte ai seguenti aspetti: in primis, quello relativo all’ingaggio. L’attaccante percepisce ben 7 milioni di euro netti, e in sede di trattativa difficilmente accetterà un abbassamento dello stipendio. Cifre altissime, considerando che il giocatore compirà 40 anni ad ottobre, che il Milan potrebbe utilizzare per un nuovo centravanti più giovane ed a lungo termine. Inoltre, la squadra rossonera ha già dimostrato di riuscire ad ottenere ottimi risultati e a mantenere il primo posto in Serie A anche senza lo svedese, che ha saltato più di un mese per infortunio. Il Milan, insomma, può già fare a meno di Ibrahimovic. Staremo a vedere.