Cagliari-Juventus, Pirlo nel post partita | “Ronaldo arrabbiato, ma non da rosso”

Andrea Pirlo ha parlato nel post partita di Cagliari-Juventus, soprattutto in merito all’episodio che ha coinvolto Cristiano Ronaldo e Cragno

Post-partita ricco di polemiche, quello di Cagliari-Juventus, la gara domenicale delle 18.00 che ha visto i bianconeri trionfare alla Sardegna Arena grazie alla tripletta di Cristiano Ronaldo. Proprio il portoghese ha creato polemiche per il suo intervento piuttosto pericoloso nei confronti di Cragno che ha rischiato di danneggiare seriamente il portiere del club sardo.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, attaccante via a giugno | Doppio assalto dalla Premier

LEGGI ANCHE>>>Cagliari-Juventus 1-3 | La Juve si rialza nel segno di Cristiano Ronaldo

Juventus, Pirlo e Ronaldo
Pirlo e Cristiano Ronaldo © Getty Images

In merito è intervenuto l’allenatore bianconero Andrea Pirlo che ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Abbiamo avito un ottimo approccio alla gara, era importante perché dovevamo partire col piede giusto e mettere la partita sui giusti binari. Danilo? E’ un giocatore intelligente, sa fare tante cose e riesce sempre a fare la giusta partita, ha anche le qualità per giocare in mezzo al campo”.

Juventus, Pirlo su Ronaldo | “Era arrabbiato ma il fallo non è cattivo”

Ronaldo e Cragno
Ronaldo e Cragno ©Getty Images

Pirlo poi si è espresso su Cristiano Ronaldo: “Il suo intervento è il classico intervento di gioco, non si è accorto di essere andato contro il portiere, c’è il VAR che sa cosa fare, la partita era sotto controllo. Era arrabbiato come tutta la squadra, perché non riuscire a qualificarsi ha portato nervosismo e tristezza in tutto il gruppo. Non ha parlato, era importante farlo sul campo ed era importante rispondere così”.

LEGGI ANCHE>>>Cagliari-Juventus, le parole di Giulini |Il fallo di Ronado era da espulsione

“Il modulo non era un 4-4-1-1, in fase di possesso eravamo in 3, Cuadrado si alzava e Kulusevski veniva dentro al campo. Quando giochiamo con due punte di ruolo è molto meglio per noi. Difendiamo a 4 e impostiamo in modo diverso a seconda di come ci vengono a prendere gli avversari. Su Kulusevski credo che il suo ruolo del futuro possa essere la mezz’ala, ha tanti km nelle gambe e qualità, in emergenza lo abbiamo adattato come seconda punta. Scudetto? Siamo qui per lavorare e cercare di fare l’impresa. Speriamo di vincere tutte le partite e che l’Inter perda punti”.