Juventus-Sarri, dichiarazioni al veleno | Triplo attacco al mister

Dure reazioni alle parole di Maurizio Sarri rilasciate a Sportitalia sul suo rapporto con la Juventus: tre ‘tifosi’ speciali prendono le parti del club bianconero

Calciomercato Lazio Sarri Brandt
Sarri © Getty Images

L’amore tra la Juventus e Maurizio Sarri non sembra essere mai scoccato. L’allenatore, nonostante la vittoria di uno scudetto, si è lasciato male con l’ambiente bianconero dopo una stagione dove non è riuscito a creare un legame con la piazza. L’ex Napoli, al termine di un anno sabatico, si prepara a tornare in panchina. Ripartirà dalla Lazio che lo ha fortemente voluto dopo l’addio – un po’ a sorpresa – di Simone Inzaghi, approdato all’Inter. Sarri, nei giorni scorsi, ha rilasciato un’intervista a ‘Sportitalia’ nella quale è tornato a parlare di Juventus. Le sue parole non sono state però condivise da molti.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Bernardeschi c’è | Si tratta il rinnovo 

Il tecnico si è lamentato di come la vittoria del suo scudetto sia stata data per scontata, quando poi in questa stagione la Juventus si è ritrovata a festeggiare un quarto posto. “Vincere il campionato non era affatto scontato” dice Massimo Mauro a ‘La Gazzetta dello Sport’. Poi aggiunge: “Con la rosa che aveva Sarri non avrebbe potuto fare il suo gioco. I tifosi ormai dovrebbero essersi abituati: da Capello a Higuain, la storia bianconera è piena di acerrimi nemici che poi sono diventati juventini“. Una frecciatina, poi, anche sulla sobrietà dei festeggiamenti ricordata da Sarri: “Torino non è Roma o Napoli, funziona così, e anche in questo si nasconde la forza della società. L’abitudine a vincere viene anche dalla sobrietà con cui festeggi“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, possibile assalto per Kessie | Scenario clamoroso! 

Un pensiero a cui fanno eco anche le dichiarazioni di Evelina Christillin, che parla di “matrimonio non riuscito, o che addirittura non si sarebbe dovuto fare“. La nota tifosa bianconera, con un ruolo importante nel Consiglio FIFA, torna poi sulle parole di Sarri sullo “scudetto perso in albergo”: “Non mi è piaciuto il riferimento allo scudetto perso in albergo per episodi discutibili, un argomento su cui i tifosi bianconeri sono molto sensibili. Da parte di Sarri avrei trovato più elegante un bel tacere“.

Superlega Eveline Christillin
Eveline Christillin ©Getty images

Juventus, triplo attacco a Sarri

Mister Sarri, infine, aveva dedicato un pensiero anche a Cristiano Ronaldo, paragonato ad una multinazionale nel modo di gestione. Una riflessione non condivisa da Alessio Tacchinardi: “Sarri è un allenatore top, ma con la Juventus non c’è mai stata empatia”, dice. Poi aggiunge: “Non si è dimostrato in grado di gestire star di più alto livello: un conto è Albiol, un altro CR7“.