Svizzera-Italia 0-0 | Jorginho stecca, si complica la strada per Qatar 2022

Ancora un pareggio per l’Italia che non va oltre lo 0-0 con la Svizzera e complica il suo cammino verso i Mondiali di Qatar 2022: Jorginho sbaglia un rigore

Svizzera Italia Jorginho
Qualificazioni Qatar 2022, Svizzera-Italia 0-0 © Getty Images

L’Italia gioca un buon calcio, ma non sa più vincere. A Basilea, la squadra di Roberto Mancini non va oltre lo 0-0 contro una Svizzera ordinata, ma mai realmente pericolosa. Una partita di nervi, dove alla fine hanno vinto le gambe meno pesanti degli elvetici, bravi e fortunati a non far cadere la propria roccaforte. Nel primo tempo l’undici azzurro ha creato diverse occasioni, ma Insigne ed Immobile non sono riusciti a trovare la giusta precisione. Clamorosa, poi, l’azione sciupata da Berardi, ipnotizzato da Sommer, solo davanti alla porta.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, stipendio dimezzato | La scelta

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, addio Lukaku | La rivelazione del bomber 

L’esterno del Sassuolo si è riscattato nella ripresa, procurandosi in avvio un calcio di rigore per fallo di Rodriguez. Dal dischetto, però, Jorginho ha tradito l’Italia, fallendo per la prima volta dagli undici metri da quando veste la maglia azzurra: tiro debole e bloccato da Sommer. Mister Mancini ha provato con i cambi a dare una svolta, ma gli ingressi di Zaniolo – utilizzato da prima punta – e Chiesa non hanno sortito effetti. Finisce così 0-0, con l’Italia che vede complicarsi la strada per Qatar 2022. La Svizzera, seconda, è ora a -4 punti, ma con due gare da recuperare. Prossimo appuntamento per gli Azzurri contro la Lituania.

Svizzera Italia Berardi
Qualificazioni Qatar 2022, Svizzera-Italia 0-0 © Getty Images

Svizzera-Italia 0-0: il tabellino

SVIZZERA (4-3-2-1): Sommer; Widmer, Elvedi, Akanji, Rodriguez (dal 63′ Garcia); Aebischer, Frei, Sow (dal 63′ Zakaria); Steffen (dal 71′ Fassnacht), Zuber (dal 63′ Vargas); Seferovic (dall’86’ Zeqiri).
Allenatore: Murat Yakin

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella (dall’89’ Pessina), Jorginho, Locatelli (dal 77′ Verratti); Berardi (dal 59′ Chiesa), Immobile (dal 59′ Zaniolo), Insigne (dall’89′ Raspadori). Allenatore: Roberto Mancini

ARBITRO: Carlos del Cerro Grande (SPA).