I tifosi dell’Inter stufi: vogliono la rescissione del contratto!

Inter, Sensi con i compagni di squadra ©Getty Images

Ennesimo infortunio in oltre due anni un calvario che non ha ancora fine per il calciatore dell’Inter: i tifosi chiedono la rescissione

Ancora uno stop ed anche stavolta si teme che possa essere per un tempo prolungato. Stefano Sensi non trova pace all’Inter e contro la Sampdoria ha rimediato un nuovo infortunio, l’ennesimo da quando è approdato in nerazzurro. Già con la Nazionale, durante il ritiro con Roberto Mancini, il calciatore si era ritirato ad Appiano Gentile in anticipo di qualche giorno per alcuni problemini fisici, sui quali era stato però lo stesso centrocampista a rassicurare: “Sto bene, ci vediamo domenica allo stadio”, facendo infuriare il ct. Nella gara contro i blucerchiati al Marassi un nuovo infortunio e ora si temono danni al legamento collaterale. Un calvario infinito per l’ex Sassuolo, che rischia di dover stare fermo (in attesa di conferma dagli esami) ancora una volta per oltre un mese, scatenando stavolta la rabbia dei tifosi.

LEGGI ANCHE >>> Può arrivare a Torino, la Juventus ‘libera’ Donnarumma

LEGGI ANCHE >>> Roma-Sassuolo 2-1: Mou aggancia il primato in un finale thriller

Inter, i tifosi stufi di aspettare Sensi

Sui social, infatti, alcuni tifosi dell’Inter hanno criticato la fragilità fisica del calciatore, che in oltre due anni in maglia nerazzurra ha collezionato appena 33 presenze. Per tale ragione alcuni chiedono addirittura la rescissione del contratto per il classe 1995 da parte della società. Una misura che sarebbe sicuramente drastica, ma che è condivisa – stando ai numerosi commenti sui social – da numerosi supporter del club campione d’Italia.

Per tutte le ultime notizie di giornata CLICCA QUI!

inter sensi
Stefano Sensi ©Getty Images

Al netto delle richieste da parte della tifoseria si attende dunque una decisione della società in merito. La questione Sensi è ormai diventata annosa e l’ambiente nerazzurro sembra ormai stufo di attendere il ventiseienne.