Juventus e Inter, arriva la stoccata: “Così falsiamo il calcio”

Arriva la stoccata a Juventus e Inter, l’accusa a bianconeri e nerazzurri di falsare il mondo del calcio: duro atto di accusa.

Agnelli
Andrea Agnelli © Getty Images 

Con le ultime tre vittorie tra campionato e coppa, la Juventus prova a rilanciarsi dopo un avvio di campionato difficile e a riproporsi per la lotta scudetto. Bianconeri che risalendo saranno tra i protagonisti annunciati del torneo, come l’Inter campione d’Italia. I nerazzurri di Inzaghi, nonostante il mezzo passo falso con l’Atalanta, restano tra i favoriti per la vittoria finale. Un duello e un derby d’Italia, tra le due squadre, che può caratterizzare anche quest’annata, ma per le due società arriva un attacco durissimo sulle rispettive condizioni finanziarie, tutt’altro che rosee.

LEGGI ANCHE >>> Paratici ‘tenta’ Juventus e Inter: 140 milioni di euro

Commisso
Rocco Commisso © Getty Images 

Fiorentina, Commisso all’attacco: “Molte società non in linea con i controlli”

La stoccata arriva dal presidente della Fiorentina Rocco Commisso, che in una intervista ai canali ufficiali del club viola, prima di tornare negli Stati Uniti all’inizio della prossima settimana, non usa mezzi termini: “La pandemia ha creato difficoltà a tutti, da parte nostra prometto che non andremo mai in bancarotta e troveremo i soldi per andare avanti. Questo non è stato fatto da tutti, molte società non erano in linea con i parametri di bilancio e i controlli su alcuni aspetti come gli indici di liquidità non hanno funzionato. In Italia il calcio viene falsato con gli aspetti finanziari. Se alcuni club non stanno dentro le regole, ma non succede niente, credo non sia giusto, servono penalizzazioni”. Chiaro il riferimento proprio a Juventus e Inter, alle prese con passivi record.

LEGGI ANCHE >>> Passivo record per l’Inter, il big dice addio per 50 milioni

Sul futuro della Fiorentina: “Il Napoli ogni tanto dovrà pur perdere, spero succeda contro di noi. Italiano fin qui ha fatto un gran lavoro, il nostro obiettivo resta arrivare nella parte sinistra della classifica”.