Calciomercato Sampdoria, ha le ore contate | Ballottaggio a due per la panchina

Già in bilico prima del match con la Lazio, la posizione del tecnico Roberto D’Aversa si è fatta sempre più pericolante dopo il ko subìto contro i biancocelesti

Ore frenetiche in casa Sampdoria. Il vulcanico presidente Ferrero non ha digerito la sconfitta contro la Lazio, arrivata al termine di una partita che ha visto la squadra ligure consegnarsi all’avversario nel primo tempo.

Roberto D'Aversa urla
Roberto D’Aversa © LaPresse

L’insoddisfazione regna sovrana: già negli scorsi giorni si erano moltiplicate le voci su un avvicendamento in panchina. La sconfitta di Marassi sembra aver scioltogli ultimi, residui, dubbi legati alla permanenza del tecnico nativo di Stoccarda alla guida tecnica dei blucerchiati.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, la Lazio si rialza con super Immobile: follia Milinkovic

La posizione di Roberto D’Aversa è veramente legata ad un filo: come riportato in serata da Gianluca di Marzio, si fa sempre più strada l’odea di un esonero. I candidati principali alla successione sono due. Entrambi ex protagonisti in campo nelle epoche d’oro delle rispettive squadre di appartenenza.

Calciomercato Sampdoria, D’Aversa verso l’esonero: i due papabili alla successione

Stankovic Sampdoria
Stankovic ( ©Getty Images)

Secondo l’esperto di mercato in pole ci sarebbe Dejan Stankovic, l’attuale tecnico della Stella Rossa, club col quale ha vinto già due scudetti in Serbia. L’ex colonna dell’Inter di José Mourinho, già vicino al club blucerchiato la scorsa estate, è la prima scelta della dirigenza genovese. Sarebbero già in corso dei colloqui esplorativi per sondare la disponibilità del glorioso club slavo, nonchè dello stesso tecnico, a portare a termine il clamoroso trasferimento.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, 16^ giornata: tutto facile per il Milan, che si riprende il primato

Barcellona, occhi su Pirlo
Andrea Pirlo © Getty Images

L’altro candidato forte sarebbe Andrea Pirlo, in attesa di una sistemazione ormai da inizio stagione. Anche con lui i contatti ci sarebbero già stati. E sarebbero addirittura antecedenti alla sconfitta odierna contro i capitolini. L’ex giocatore di Juventus, Inter e Milan tornerebbe così su una panchina di A dopo la controversa esperienza con la Juve. Durante la quale ha comunque portato a casa due trofei, strappando la qualificazione alla Champions League proprio all’ultima giornata.

A.C.