Vlahovic non ha dubbi | Il bomber ha deciso il suo futuro

Costantemente al centro di voci di mercato, l’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic ha le idee chiare sul suo futuro

Tutti lo cercano, tutti lo vogliono: Dusan Vlahovic continua a far parlare di sè attraverso il linguaggio a lui più congeniale. Quello dei gol. Il suo status di ‘sicuro’ partente fa gola praticamente a tutti i top club italiani ed europei.

LEGGI ANCHE >>> Anche Marotta lavora al colpo Vlahovic: il possibile affare con la Fiorentina

Dusan Vlahovic esultanza
Dusan Vlahovic © LaPresse

La strada che portava al possibile rinnovo con la Fiorentina – il serbo ha il contratto in scadenza nel 2023 – è stata chiusa mesi fa dallo stesso patron viola Rocco Commisso con un amaro comunicato ufficiale. Che Vlahovic non resti alla Fiorentina dalla stagione 2023-24 è praticamente acclarato. Quella che però sembrava una possibile – per alcuni addetti ai lavori addirittura probabile – partenza già nel prossimo mercato di gennaio, si starebbe scontrando con la volontà del giocatore. Che avrebbe già deciso il suo futuro.

Caso Vlahovic, il bomber ha le idee chiare

Vincenzo Italiano osserva
Vincenzo Italiano © LaPresse

Secondo quanto riportato in data odierna da Fichajes.net, l’attaccante al momento ha in testa solo una cosa: portare la Fiorentina in Europa. La squadra viola sta disputando un ottimo campionato, e il serbo, come sottolineato anche dal tecnico Italiano, è motivatissimo a far bene con la Viola perlomeno fino alla fine di questa stagione. La possibilità di lasciare un ottimo ricordo a Firenze e di migliorare il suo score personale – già da record – avrebbe motivato il serbo a concentrarsi solo sul presente.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, triangolo incredibile | Nuovo piano per Vlahovic

Con buona pace di chi, Juventus in testa, aveva programmato un assalto al bomber già nelle prossime settimane, Vlahovic non si muoverà da Firenze per lo meno fino a giugno. Poi dal 1 luglio si scatenerà presumibilmente una vera e propria bagarre per un giocatore che a quel punto la Fiorentina sarà in qualche modo ‘obbligata’ a liberare per evitare di perderlo a parametro zero nei mesi successivi.