Morata sempre in bilico, lo scambio per convincere la Juventus

La Juventus alle prese con il futuro incerto di Alvaro Morata: lo scambio potrebbe sbloccare la situazione e convincere i bianconeri

In bilico. In campo come sul mercato, il destino di Alvaro Morata sembra essere quello di vivere nell’incertezza.

Morata
Morata © LaPresse

La sua carriera è stata così fin dagli inizi: al Real Madrid poco spazio e la voglia di giocare lo hanno spinto alla Juventus ma con il diritto di recompra che dopo un anno lo ha riportato al ‘Bernabeu’. Il suo peregrinare però non è terminato: Chelsea, Atletico Madrid e ancora Juventus, ma sempre o quasi con il dubbio di quel che accadrà. In bianconero è tornato in prestito con diritto di riscatto, una formula rinnovata per questa stagione. Ora c’è da decidere se puntare su di lui oppure no ed anche in questo caso regna l’incertezza. Anche perché in campo alterna prestazioni ottime ad altre deludenti e poi i soldi da investire sono tanti e la Juve va a caccia anche di un 9 più adatto al gioco di Allegri. Poi c’è il Barcellona che è comparso improvvisamente sulla scena. Xavi lo vuole al centro dell’attacco, ma senza un’alternativa la Juventus non apre al trasferimento. Una novità potrebbe però arrivare da uno scambio.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Chelsea all’assalto: sorpasso decisivo per il big

Calciomercato Juventus, Morata via: Depay può convincere Allegri

Depay
Depay © LaPresse

Il Barcellona, infatti, insiste per Alvaro Morata ed è pronto a mettere sul piatto Memphis Depay. L’olandese anche in passato è stato corteggiato dalla Juventus ed ora con il suo arrivo a Torino, Allegri potrebbe dare il via libera alla partenza dello spagnolo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, scambio e ritorno di fiamma: Rabiot ‘porta’ il sostituto di Chiesa

A riferirlo è ‘fichajes.net’, secondo cui la società bianconera potrebbe essere tentata dalla proposta di far arrivare subito a Torino Depay, anche se non è il profilo di centravanti d’area di rigore gradito al tecnico toscano. Si vedrà nelle prossime settimane se la proposta riuscirà a sbloccare l’affare.